Carceri, sospeso lo sciopero della mensa

200

Permane lo stato di agitazione almeno fino a quando da Roma “non arriveranno risposte certe”

Sciopero dalla mensa sospeso. Dopo 18 giorni, gli agenti della polizia penitenziaria in servizio presso le carceri Pietro Cerulli di Trapani riprenderanno da domani a consumare i pasti all’interno dell’istituto. Ad annunciarlo i sindacati, Sappe, Osap, Sinappe UilPa Polizia Penitenziaria, Uspp, Fns Cisl, ed FP Cgil che annunciano però il mantenimento dllo stato di agitazione. I rappresentanti delle sigle sindacali, hanno incontrato lo scorso 25 giugno a Palermo il Provveditore che ha riconosciuto le criticità con cui tutti i giorni gli agenti in servizio nelle carceri di Trapani e Favignana sono costretti a fare i conti a causa della carenza di organico. Per i sindacalisti, l’aumento di 134 unità di Polizia Penitenziaria per la Sicilia proposto da Roma è “indecente”. “Fermo restando i numeri proposti dall’Amministrazione Regionale che colmano appena il 25% – si legge nella nota – si è deciso di sospendere da domani l’astensione della mensa mantenendo però lo stato di agitazione”.