I Carabinieri di Salemi, durante un controllo di verifica del rispetto della legge sul possesso di armi da fuoco, hanno arrestato un uomo di 49 anni con l’accusa di detenzione illegale di armi comuni da sparo. I militari hanno perquisito l’abitazione del 49enne che risultava essere proprietario di armi e in possesso di un porto d’armi scaduto e mai rinnovato. Nel corso della perquisizione, insieme ai fucili regolarmente denunciati e custoditi in un armadio metallico come prevede la legge, sono stati trovati anche un fucile a due canne calibro 10 ed un fucile a due canne ad avancarica calibro 12.

Armi di cui non è mai stato denunciato il possesso e quindi illegalmente detenute. Entrambi i fucili erano completi di tutti i meccanismi e i congegni di sparo, sono stati sequestrati come prevede il codice penale. Le armi di cui il possesso è risultato legale sono state ritirate in via precauzionale, con provvedimento amministrativo, come previsto dalla normativa.

Il Giudice per le Indagini Preliminari ha convalidato l’operato dei carabinieri e l’arresto ma ha deciso di non emettere a carico del 49enne alcuna misura cautelare rimettendolo in libertà.