Il progetto finanziato con fondi Europei per circa 900 mila euro prevede una serie di opere per recuperare l’identità dei luoghi, salvaguardando e ripristinando gli storici vicoli e cortili, con la realizzazione di un sistema di coperture leggere. Contestualmente vengono collocati alcuni pozzetti di raccordo con il sistema fognario. Occasione importante per molti residenti che vedranno migliorate le condizioni dei vicoli e dei cortili che si affacciano sulla strada principale. Per molti ma non per tutti. Quattro nuclei familiari di vicolo Giuseppe Martinez non vedranno l’intervento davanti le loro abitazioni.

Il motivo, spiega l’amministrazione comunale di fronte alle contestazioni degli abitanti, è che il vicolo Giuseppe Martinez è per il primo tratto pubblico, per il secondo tratto privato. Il Comune non può intervenire nell’area privata senza rischiare i conseguenti richiami e contestazioni degli organi di controllo e senza correre il rischio del danno erariale. Il massimo che è stato concesso ai nuclei familiari che hanno chiesto la prosecuzione dei lavori per tutto il vicolo è la collocazione in prossimità dell’area privata del pozzetto di raccordo per il sistema fognario.

I nuclei familiari, tuttavia contestano l’indirizzo della pubblica amministrazione sebbene ne riconoscano la correttezza formale. Aggiungono che questo progetto è in elaborazione da diversi anni e nel frattempo l’amministrazione avrebbe potuto operare una ricognizione delle particelle catastali per acquisire al patrimonio pubblico quei tratti di strada che risultano privati. Ad ogni modo gli stessi privati si sono detti disponibili a cedere al comune i tratti di vicolo che dovrebbero essere oggetto di intervento. Ammesso che ciò sia possibile la procedura amministrativa richiede tempi ben più lunghi della esecuzione dei lavori. Tuttavia le famiglie interessate non demordono e auspicano che l’amministrazione comunale di Valderice trovi una soluzione che sia favorevole a tutti: parte pubblica e parte privata.