I sapori dei grani antichi

Tra convegni e cooking show per 3 giorni la kermesse ci ha parlato di alimentazione sana e sostenibile

256

Ha chiuso i battenti ieri sera la prima edizione de “I Sapori dei Grani Antichi di Calatafimi Segesta” la 3 giorni tutta dedicata alle colture ecosostenibili e non nocive alla nostra salute.

Da qualche tempo assistiamo ad una incredibile escalation di allergie ed intolleranze alimentari che colpiscono ogni fascia di età. Un fenomeno per proporzioni decisamente nuovo, che dovrebbe anche farci allarmare. Ed è su questo incipit che nasce I Sapori di Grani Antichi di Calatafimi Segesta, la manifestazione che per 3 giorni ha promosso l’agricoltura sostenibile e non nociva alla salute.
Ed è stato un week end di convegni scientifici su argomenti come l’ape nera di Sicilia e, appunto, i grani antichi, ma anche 3 giorni di stand espositivi colmi di eccellenze giunte qui da ogni dove e, soprattutto, di cooking shows di grande successo. Ieri sera, a chiudere la kermesse, è stato il cooking show di Peppe Giuffrè.

E, manco a dirlo, il piatto di Giuffrè è stato un successo su cui avremmo potuto scommettere, come ci sentiamo di scommettere sulla naturale crescita che la manifestazione vivrà nei prossimi anni. Virtuoso infatti, il concetto alla base della manifestazione: dopo aver curato per anni il gusto del cibo, ora è il caso di prenderci cura di noi stessi. Appuntamento al prossimo anno, e sarà la seconda edizione de “I sapori dei Grani Antichi di Calatafimi Segesta.

GUARDA IL SERVIZIO CON LE INTERVISTE