Home Cronaca Violenza e razzismo

Violenza e razzismo

Una violenza immotivata, un odio razziale privo di ogni logica e fondamento, le aggressioni agli immigrati. Una banda di giovani marsalesi è finita in manette. Arrestati dalla polizia dopo le riopetute aggressioni agli immigrati nel centro di Marsala.

Agenti del Commissariato di polizia di Marsala, della DIGOS di Trapani e del Reparto Prevenzione Crimine “Sicilia Occidentale” di Palermo, hanno arrestato all’alba di stamane tre giovani marsalesi per violenza privata, minaccia, lesioni personali. Tutti reati che sono stati commessi ai danni di migranti. Gli arresti sono stati eseguiti in su ordine della magistratura marsalese, si tratta di Salvatore Crimi, detto “spara spara”, 18 anni; Antony Licari, 24 anni e Natale Salvatore Licari, 36 anni. Il PM ha contestato ai tre le aggravanti di avere agito con efferatezza e spietatezza e per finalità di discriminazione o di odio razziale. Il provvedimento cautelare è giunto al termine di una attività di indagine degli investigatori marsalesi su alcune aggressioni avvenute nel centro cittadino nel corso dell’estate, specie nei weekend. Le indagini, hanno consentito di accertare l’esistenza di un gruppo di soggetti, gran parte già noti alle forze di polizia, che effettuava raid punitivi nei confronti di inermi cittadini stranieri che subivano, senza alcuna apparente ragione, le loro violenze fisiche e verbali. Il “branco” non ha esitato a colpire oltre che con pugni, calci e ginocchiate, anche con sedie in legno, tavolini, bottiglie di vetro e oggetti vari senza timore – sottolineano gli inquirenti – delle possibili conseguenze penali e accecati da una rabbia bestiale, immotivata, condita da frasi razziste: “siete africani di merda…Dalle indagini e emerso anche che, nel corso dei raid, il gruppo si muoveva come una sorta di “commando” avvalendosi anche della forza intimidatrice di altre persone note come soggetti violenti. In un episodio, infatti, il gruppo si era scagliato con violenza anche contro il titolare di un esercizio commerciale che tentava di sottrarre il malcapitato dalla violenza degli aggressori. La posizione di altri individui, alcuni già identificati, è al vaglio degli organi inquirenti. Indagini difficili per la mancanza di collaborazione delle vittime intimorite dalla ferocia del gruppo criminale. La polizia rileva come in alcuni episodi si è registrata anche la biasimevole

condotta dei presenti che, anziché prestare aiuto alle vittime, assistevano impassibili al pestaggio o, addirittura, incitavano i picchiatori. Nessun testimone, inoltre, nei giorni successivi alle aggressioni, si è presentato al Commissariato per fornire elementi utili alla ricostruzione dei fatti e all’individuazione dei responsabili dell’accaduto, verosimilmente temendo possibili ritorsioni dagli appartenenti al “branco”, alcuni dei quali, tra cui appunto i tre arrestati, appartenenti anche al gruppo dei tifosi “Ultras” del Marsala Calcio (Street Boys/Nucleo Ribelle), già ripetutamente responsabili di reati cosiddetti “da stadio” e, per tali ragioni, sottoposti a DASPO. Decisive le immagini dei sistemi di videosorveglianza cittadina la cui acquisizione e visione ha consentito di estrapolare riprese e fotogrammi rivelatisi fondamentali per individuare gli arrestati tutti condotti alla Casa circondariale di Trapani.

Ultime notizie in diretta

“Affinché la memoria sia l’antidoto all’indifferenza”

La Giornata della Memoria 2022. Il Comune di Trapani ha aderito al...

La riserva lagunare di Marsala sarà il servizio d’apertura del programma “Mezzogiorno Italia”

La riserva lagunare di Marsala sarà il servizio d'apertura del programma “Mezzogiorno Italia”,...

Marsala celebra la giornata della Shoah

Marsala celebra la “Giornata della Memoria”. Il Sindaco Massimo Grillo si è recato...

Covid19. 13810 attuali positivi in provincia di Trapani e tre nuovi decessi

Le persone attualmente positive in provincia di Trapani, in isolamento domiciliare obbligatorio e...

Match di mezzogiorno

Prosegue la preparazione della pallacanestro Trapani in vista dell'impegno casalingo di domenica contro...

OdG Sicilia. Presunzione d’innocenza rafforzata: quando le nuove regole ostacolano i giornalisti

Con l'introduzione delle nuove norme sulla cosiddetta “presunzione d'innocenza rafforzata”, il lavoro dei...

Pietre di inciampo per ricordare

Nel giorno della memoria i sindaci siglano in prefettura a Trapani una Dichiarazione...

“Memorie di inciampo”

Il Comune di Erice ha aderito al progetto che punta a non...

Altre Notizie di Oggi

In memoria delle vittime della strage di Alcamo Marina

I carabinieri di Trapani hanno ricordato, oggi, la scomparsa dell’appuntato Salvatore Falcetta e del collega Carmine Apuzzo, barbaramente uccisi il 27 gennaio...

La solidarietà dell’Ordine al medico aggredito a Castelvetrano

Individuato l'aggressore, si tratta di un uomo di 29 anni È accaduto nel tardo pomeriggio di ieri a Castevetrano....

“Costruiamo con il cuore”

Si è svolto, a Trapani, negli uffici della BigMat di Alberto De Filippi , il corso sulle manovre salvavita alla presenza del...

Marsala, raid vandalici in due scuole

Scuole marsalesi nel mirino dei vandali. Due incursioni sono state messe a segno nella notte. I responsabili dei raid hanno visitato i...

Marijuana nello zaino, arrestato

La droga la nascondeva nello zainetto che portava sulle spalle: 60 grammi di marijuana, pronti per essere immessi in commercio.

Mafia Bet, condanne riviste in Appello

Riviste, in Appello, per le pene per alcuni imputati del processo scaturito dall'operazione dei carabinieri di Trapani Mafia Bet, portata a compimento...
Trapani
cielo sereno
7.5 ° C
10.1 °
6.1 °
93 %
2.6kmh
0 %
Gio
8 °
Ven
13 °
Sab
11 °
Dom
13 °
Lun
13 °