Dattilo disponibile alla cessione

Lo ha reso noto il club biancoverde ieri sera attraverso una nota stampa. La proprietà è pronta a sedersi al tavolo delle trattative con Picciotto o altri imprenditori

698

di Federico Tarantino

Il Dattilo sarebbe pronto alla cessione delle quote del club. Ad annunciarlo è la stessa formazione biancoverde che ha mostrato la propria disponibilità in un confronto con Renato Picciotto, con il quale non si è giunti alla firma di un accordo nella sua precedente permanenza trapanese. L’imprenditore, interessato anche all’acquisto del palazzo della Banca d’Italia, aveva dichiarato le difficoltà dello stato di trattative per l’acquisto del club del presidente Mazzara: una controfferta superiore alle aspettative, a detta di Picciotto, sarebbe il motivo di rallentamento della trattativa.

Pronta la risposta del Dattilo, giunta nella serata di ieri attraverso una nota stampa: «Siamo sempre disposti a sederci attorno al tavolo delle trattative, visto anche l’ottimo rapporto con l’imprenditore di pugliese adozione». Un’apertura totale del Dattilo anche nei confronti di altri imprenditori del territorio: «Le contrattazioni sono altresì aperte a tutti coloro che desiderano portare in alto e nuovamente in auge il nome del calcio nel territorio, convinti del fatto che la Società Dattilo 1980, attualmente principale realtà calcistica del territorio, non è di proprietà di pochi associati ma patrimonio di tutta la comunità trapanese».

In attesa di maggiore chiarezza in quella che potrebbe essere la trattativa che potrebbe riportare il calcio a Trapani, nella giornata di ieri la Lega Nazionale Dilettanti ha rinviato nuovamente la ripresa del campionato di serie D. Il Dattilo dovrebbe quindi riprendere la propria marcia all’interno del torneo domenica 13 dicembre con la gara al Provinciale contro il Troina che si disputerà al Provinciale. Nel frattempo, domenica 6 dicembre, nel girone I, quello in cui è inserito il Dattilo, si disputerà il recupero fra ACR Messina e Gelbison.