Cosa si intende per “Archeologia pubblica”, in che modo questa può guardare al futuro impegnando la comunità. Attorno a questa disciplina si riuniranno esperti, giornalisti e operatori del settore. Domani, a partire dalle 15 al Baglio Florio del Parco archeologico di Selinunte, si discuterà infatti di “Percorsi culturali tra passato e futuro: un’archeologia per tutti – Archeologia pubblica a Selinunte” nel corso di un convegno promosso e organizzato dalla Rotta dei Fenici – Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa, per promuovere una riflessione attuale sul ruolo dell’archeologia nella percezione e costruzione dell’identità locale. Il tema prende spunto dalle iniziative avviate dal Parco che mettono al centro la comunità locale e il suo rapporto con il patrimonio culturale e paesaggistico. Domenica poi giornata di apertura gratuita del Parco che vede in programma visite guidate tematiche. Tornerà anche la Camminata Selinuntina, nata quarant’anni fa, su iniziativa di Angela Calabrese Liotta con gli studenti del Liceo locale, nel Parco che stava per nascere. Oggi molti degli studenti di allora, sono docenti o genitori: saranno loro a passare idealmente il testimone ai cittadini di domani.