Home Attualità Parco archeologico di Segesta, riprendono gli scavi nell’Agorà

Parco archeologico di Segesta, riprendono gli scavi nell’Agorà

 


Avviata all’interno del Parco archeologico di Segesta una campagna di scavo finalizzata a rimettere il luce il fronte relativo al prospetto orientale dell’Agorà e creare un percorso circolare di visita per i turisti lungo il portico che la contornava.

Le attività di scavo sono concentrate a rendere fruibili e visibili tutti gli elementi architettonici che compongono l’ala Nord-Est della stoà (parte caratterizzata da passaggi copertii per uso pubblico in un edificio generalmente prospiciente una piazza o una via) – finora interdetta alla visita – attraverso un percorso che sarà esplorato attraverso le indagini appena avviate.

L’attività di ricerca e di scavo non si ferma. La ripresa della campagna di scavi archeologici avviata all’interno del Parco di Segesta – sottolinea l’assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – è espressione tangibile dell’attenzione che l’amministrazione regionale, attraverso i Parchi archeologici, rivolge ad un settore particolarmente importante della cultura e dell’identità storica della Sicilia. Le iniziative, avviate grazie alla passione della direttrice, Rossella Giglio, sono realizzate, peraltro, sotto la diretta iniziativa scientifica e finanziaria dello stesso Parco” .

Il grande complesso porticato che circonda l’antica piazza, uno dei maggiori monumenti della città antica, era stato già identificato durante l’ultima campagna di scavo del 2016, diretta sul campo da Carmine Ampolo e da Maria Cecilia Parra e Rossella Giglio con le ricerche della Scuola Normale Superiore di Pisa in collaborazione con il Parco Archeologico, l’Università di Pisa e la Soprintendenza di Trapani.

La visione della piazza antica, grande complesso monumentale disposto su terrazze digradanti secondo modelli originari dell’Asia Minore e diffusi anche in Italia Centrale, si può considerare – dichiara Rossella Giglio – ormai unitaria. L’agorà svolse il suo ruolo di centro politico e di mercato della città tra la seconda metà del II sec. a.C. e gli inizi del III d.C., assumendo da età augustea forme proprie di un fòro romano. Dagli scavi appena avviati – precisa la direttrice Rossella Giglio – non ci aspettiamo incredibili sorprese ma l’archeologia, ferma da qualche anno, saprà riprendere lo spazio che le è dovuto, a servizio della storia ma anche della valorizzazione del sito e per la migliore fruizione degli spazi monumentali”.

Nella stoà Nord – uno dei maggiori portici ellenistici noti, lungo 104 m, con pianta ad ali sporgenti di 19 m. e due piani di alzato finora meravigliosamente conservati – si è completato lo scavo dell’ala Est. Articolata in più vani, vi si concentravano le funzioni di servizio, amministrative e commerciali, sfruttando anche le imponenti sostruzioni che sostenevano i due piani del colonnato. Questa soluzione architettonica è ispirata ai cosiddetti ‘market-buildings’ noti in Asia Minore.

Ultime notizie in diretta

Difesa Aerea: caccia Eurofighter intercettano un velivolo civile che aveva perso il contatto radio

Nella mattinata di oggi due caccia intercettori Eurofighter del 18° Gruppo del 37°...

C’è allerta meteo gialla

La Protezione Civile ha diramato una allerta meteo gialla per la provincia di...

Verso il ritorno della Ztl a Trapanni: fino a giugno non si paga il suolo pubblico

A Trapani si va verso la riattivazione sperimentale della ZTL, con azioni a...

Ente Luglio Musicale Trapanese, il botta e risposta fra Lo Curto e Tranchida

La parlamentare regionale risponde all'appello lanciato nei giorni scorsi da alcuni orchestrali che...

Festivalflorio: per la prima volta a Favignana MUSICA NUDA in concerto

Per la prima volta a Favignana arriva, ospite del Festivalflorio, il duo musicale composto...

Lo Sportello Antiracket ha incontrato il Questore di Trapani

Continuano gli incontri istituzionali dello Sportello Antiracket di Trapani. Ieri,...

Marsala: altro importante passo avanti per la realizzazione dell’Asilo Nido di contrada Bosco

Altro importante passo in avanti nell’iter burocratico per la realizzazione dell’Asilo Nido di...

Un nuovo defibrillatore semiautomatico di nuova generazione donato a Marsala

Un nuovo defibrillatore semiautomatico di nuova generazione, il settimo, verrà donato, come accade...

Tutto pronto per il 25 aprile a Marsala

Il 76esimo anniversario della Festa della Liberazione verrà celebrato domenica prossima, 25 aprile,...

Altre Notizie di Oggi

Misure anticovid e sanzioni. Festa privata a Pantelleria

I Carabinieri della Stazione di Pantelleria hanno attivato una serie di controlli per la verifica del rispetto della normativa di contenimento della...

Controlli anti Covid da parte dei carabinieri

Interventi a Calatafimi Segesta Controlli dei carabinieri sul rispetto delle disposizioni anti Covid-19 a Calatafimi Segesta. I militari...

Denise, la Procura di Marsala riapre le indagini

Che fine ha fatto Denise Pipitone? I magistrati tornano ad indagare Una notizia coperta dal massimo riserbo ma che...

Identificate le vittime dell’incidente

Si tratta di Salvatore Vultaggio e Salvatore Esposito, entrambi trapanesi Identificate le persone decedute nel drammatico incidente stradale verificatosi...

Incidente mortale sulla A29: ancora sconosciuta l’identità delle vittime

Una fine terribile. Hanno provato in ogni modo ad abbandonare l'abitacolo dell'auto avvolta dalle fiamme, senza purtroppo riuscirci. Sono morti così i...

Non rispetta il divieto di avvicinamento e viene denunciato

Protagonista della vicenda un uomo di 43 anni I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Castelvetrano, in conclusione...
Trapani
poche nuvole
15.7 ° C
18.3 °
13.9 °
88 %
2.1kmh
20 %
Ven
17 °
Sab
17 °
Dom
19 °
Lun
19 °
Mar
21 °