In presidio davanti l’ospedale

646
L'ospedale Bernardo Nagar di Pantelleria

Manifestazione delle mamme di Pantelleria

Le mamme pantesche da oggi in presidio permanente davanti all’Ospedale ‘Nagar’ per ‘richiedereche vengano mantenute le promesse fatte sul potenziamento dell’ospedale sia in strumentazioni adeguate che in personale sanitario che permetta l’assistenza h24 con turni regolari’.

Il problema va avanti da alcuni anni e riguarda la chiusura del Punto Nascita (a causa del decreto ministeriale del 2 aprile 2015 che prevedeva l’adeguamento della rete ospedaliera e quindi l’abolizione dei punti nascita con meno di 500 parti all’anno), che costringe le donne agli ultimi mesi di gravidanza a doversi spostare sulla terraferma per partorire, con un aggravio di costi e con tutto lo stress che ne deriva.

Le donne che protestano si fanno portavoce anche dei malati oncologici, costretti a doversi spostare per l’impossibilità di potere eseguire le terapie al Nagar.

Solidarietà alle manifestanti viene espressa dall’amministrazione comunale che sottolinea la necessità di garantire a Pantelleria almeno i Livelli Essenziali di Assistenza, previsti dal DPCM del 12-01-2017. “Già la Regione Sicilia- scrive l’assessore Vincenzo Campo- risultava terz’ultima nella classifica della fornitura dei LEA Regione per Regione nel dossier di Insanitas uscito a gennaio di quest’anno, ma continua ad essere sorda soprattutto rispetto alle richieste fondamentali dell’Isola di Pantelleria, palesate in moltissime occasioni sia con gesti eclatanti come lo sciopero della fame del Sindaco e gli amministratori, sia con i servizi sui media nazionali e la protesta delle mamme e ora anche con il supporto di due importanti istituzioni internazionali e nazionali, con particolare rilevanza sull’isola: il Rotary e l’AIL, l’Associazione Italiana Leucemie.

La protesta ed il presidio delle mamme pantesche – prosegue Campo-assume un’importanza ancor maggiore alla luce delle tante richieste inascoltate dalla Regione Siciliana e segna l’inizio di una nuova campagna a sostegno dell’Ospedale Nagar e della tutela della salute dei cittadini che questa Amministrazione ha già annunciato, per voce del Sindaco, nell’incontro del 27 agosto scorso.

Pantelleria e i panteschi – conclude l’assessore-hanno gli stessi diritti del resto degli italiani e dei siciliani. È ora che la Regione assicuri, come di competenza, che questi diritti siano garantiti”.