Conclusa la campagna anti incendio, il bilancio del Centro S.A.R.

120

Impegnato nelle operazioni di spegnimento dei roghi con un elicottero ed equipaggi altamente addestrati.

Iniziate ufficialmente il 15 giugno, le attività di prevenzione e spegnimento dei roghi hanno avuto il loro picco a partire dalla fine di Luglio con l’inizio del caldo torrido.

L’82° C.S.A.R. ha compiuto 32 missioni per un totale di 64 ore di volo, effettuando 466 sganci equivalenti a circa 350.000 litri di acqua. Trovandosi spesso ad operare in situazioni difficili, l’elicottero HH-139°, munito di benna e con equipaggi altamente addestrati, è stato impiegato, tra gli altri, nei devastanti roghi che hanno colpito la Riserva Dello Zingaro, Monte Cofano e Montagna Grande distruggendo parte della macchia mediterranea della provincia di Trapani e che in alcuni casi ha richiesto l’evacuazione di parte della popolazione civile.

L’82° Centro è uno dei Reparti del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali, ad esempio, la ricerca di dispersi in mare o in montagna, operando anche in condizioni meteorologiche estreme. Dal 2018 inoltre, il Reparto concorre attivamente al dispositivo Nazionale per la prevenzione e la lotta agli incendi boschivi, operando nel territorio siciliano. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato più di 7300 persone in pericolo di vita.