Rimane in carcere l’ex deputato Ruggirello

1014

Respinta dal tribunale di Trapani una nuova istanza di scarcerazione

L’ex deputato Paolo Ruggirello rimane in carcere. La richiesta di scarcerazione, presentata dai suoi legali, è stata respinta, ieri per l’ennesima volta, dai giudici del Tribunale di Trapani. I magistrati hanno precisato nell’ordinanza di rigetto dell’istanza come allo stato non sia possibile ravvisare la necessità dell’annullamento della misura cautelare nonostante il collegio difensivo avesse chiesto la scarcerazione a causa di alcune sintomatologie tipiche del covid 19, accusate da Ruggirello, tuttora detenuto nel carcere Santa Maria Capua Vetere. Il Tribunale ha sostenuto che per Ruggirello i medici del penitenziario non hanno ritenuto necessario disporre alcuni accertamenti, tra cui il cosiddetto tampone dal quale si evince la positività al virus covid 19. Ruggirello arrestato nel marzo dell’anno scorso dai carabinieri su richiesta della Dda di Palermo dovrà comparire il prossimo 8 aprile nel processo in cui sarà giudicato per associazione mafiosa. Con lui a processo anche altre otto persone tra cui il presunto capo mafia di Trapani, Franco Orlando.