martedì, Luglio 23, 2024
28.1 C
Trapani
HomeCronacaFemminicidio di Pantelleria, a “giudizio” Bronzolino

Femminicidio di Pantelleria, a “giudizio” Bronzolino

Dovrà comparire il prossimo 26 settembre, innanzi alla Corte d’Assise di Trapani, l’ uomo che uccise la compagna dandole fuoco. Onofrio Bronzolino è stato, infatti, rinviato a giudizio dal Gup Riccardo Alcamo, su richiesta della Procura di Marsala. L’imputato è accusato dell’omicidio di Anna Elisa Fontana commesso, a Pantelleria, lo scorso mese di settembre. Secondo la tesi accusatoria, avrebbe cosparso di liquido infiammabile la donna, appiccando poi il fuoco. Anna Elisa Fontana è morta dopo tre giorni di agonia. “L’attività d’indagine – ha spiegato, in una nota, il procuratore di Marsala, Fernando Asaro – ha consentito di accertare che il Bronzolino avrebbe agito con premeditazione, avendo minacciato esplicitamente la compagna di darle fuoco nei giorni precedenti al fatto, ed a causa di un’esagerata e ingiustificata gelosia. Il delitto di omicidio è contestato, quindi, con le circostanze aggravanti della premeditazione, della crudeltà e dei motivi abietti e futili, nonché delle ulteriori circostanze della commissione del fatto nei confronti della convivente e in occasione della commissione del delitto di maltrattamenti in famiglia”. Bronzolino è inoltre accusato di maltrattamenti continui nei confronti della compagna, tra cui aggressioni fisiche, insulti e minacce. La vittima, però, non aveva mai sporto denuncia. L’udienza preliminare è fissata per oggi. A scatenare la furia omicida, il saluto che la vittima avrebbe rivolto ad un uomo all’interno di un bar.

  • LO SPETTACOLO DELL’ALBA AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SELINUNTE - INVENZIONI A TRE VOCI

Altre notizie