Ecco il nuovo volto del porto di Trapani

944

Presentato stamattina il progetto per il Water Front. Un progetto rivoluzionario che cambierà totalmente la città.

L’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale prosegue la sua attività di ridisegno del fronte mare, come già sta facendo a Palermo. A Trapani la sfida è quella della riqualificazione per innescare processi di trasformazione che interessino non solo la fascia costiera ma l’intera rete dei luoghi della città che entrano in rapporto con il mare e le aree portuali, esaltando i valori storico-paesaggistici dell’area che è stata suddivisa in quattro ambiti (passeggeri, mercato e nautica da diporto, darsena pescherecci e piazza urbana, parco del waterfront). Nell’ambito della trasformazione del lungomare è previsto un nuovo terminal passeggeri, una passeggiata-darsena urbana e il parco Colombaia-Lazzaretto.
Il progetto monumentale, per oltre 100 milioni di euro, è stato presentato stamattina in conferenza stampa nella sala Sodano di Palazzo d’alì al Comune di Trapani. Stasera si terrà la presentazione allargata, con una cerimonia-convegno alla Casina delle Paleme.
Il progetto è stato redatto da un team di professionisti: Technital, Valle 3.0, Peluffo&Partners, Marco Antonini e Vito Corte. Sono lioro ad aver vinto il concorso internazionale di idee (in una unica fase) per la riqualificazione del waterfront storico di Trapani, indetto dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale.

Il raccordo fra i quattro ambiti avviene attraverso una trama di percorsi di bordo o di attraversamento, ripensati per una mobilità lenta, sia che si tratti di mobilità carrabile che ciclopedonale. «Una delle prime azioni di progetto – dicono gli architetti – consiste nell’individuare una sorta di ‘fil rouge’ che si espande nei quattro ambiti e che li raccorda in maniera integrata e riconoscibile. A questo scopo si prevede anche l’attraversamento a mare con pontili galleggianti e passaggio su barriera frangiflutti fra il Lazzaretto e l’isola della Colombaia». Questo circuito connetterà i quattro ambiti di progetto e le funzioni che ivi si svolgono: dalla stazione marittima al nuovo mercato del pesce, dalla piazza ex scalo d’alaggio al grande piazzale prospiciente l’ex Lazzaretto rilevando e potenziando tutte le funzioni che qui si svolgono e avviandone di nuove.

ASCOLTA LE INTERVISTE AL SINDACO GIACOMO TRANCHIDA ED AL PRESIDENTE DELL’AUTORITA’ PORTUALE PASQUALINO MONTI