Proseguono le attività del progetto “Médithéâtres”

164

Proseguono le attività del progetto “Médithéâtres – Grande musique dans les anciens théâtres méditerranéens” il progetto di cooperazione transfrontaliera avviato dall’Ente Luglio Musicale Trapanese con la Tunisia, in partnership con il Distretto Turistico della Sicilia Occidentale, gli Amici della Musica di Trapani, per la parte italiana e dell’AMVPPC – Agence de Mise en Valeur du Patrimoine et de Promotion Culturelle, di Conect – Confédération des Enterprises Citoyennes de Tunisie e dell’Orchestre Symphonique Tunisien, per la parte tunisina.

Il progetto, che nasce nell’ambito di un Accordo Quadro di Partenariato sottoscritto anche dal Comune di Trapani è stato  finanziato dal Bando ENI Italia-Tunisia 2014-2020. Esso si prefigge l’obiettivo di creare un polo turistico culturale d’eccellenza legato all’opera lirica e alla musica sinfonica e prevede la strutturazione di un’offerta turistica e culturale integrata, legata alla grande musica eseguita nei siti di interesse storico della Sicilia e della Tunisia. L’ Ente Luglio Musicale Trapanese – Teatro di Tradizione condividerà con i partner tunisini il proprio specifico know how relativo alla produzione di un’ opera lirica e all’organizzazione di concerti sinfonici.
In particolare, oggi giungeranno a Trapani 15 operatori provenienti dalla maestranze tunisine che saranno impegnati in un’intensa attività di formazione con personale amministrativo e tecnico dell’Ente. Sarà attivato un vero e proprio laboratorio di formazione della durata di tre giorni per la figura professionale di tecnico teatrale che consentirà di acquisire conoscenze in campo tecnico-artistico in riferimento al mondo del teatro, dell’opera lirica, della musica e delle arti performative. L’obiettivo è dunque quello di formare tecnici consapevoli dei diversi aspetti della messa in scena.
Il breve corso di specializzazione, coordinato dal direttore artistico del progetto Maestro Fabio Modica, sarà tenuto dal segretario artistico Vincenzo Di Bono e dai tecnici Giuseppe Saccaro e Salvatore Di Stefano.
Il gruppo di ospiti tunisini sarà accolto dal consigliere delegato dell’Ente Luglio Musicale Trapanese Natale Pietrafitta e dal direttore artistico Walter Roccaro e dall’Assessore alla Cultura del Comune di Trapani Rosalia D’Alì. Nei giorni di permanenza, con la collaborazione del road manager Leonardo Carpinteri e dell’Agenzia Panfalone i corsisti tunisini avranno modo di apprezzare le bellezze culturali e artistiche della città di Trapani e faranno tappa alla Villa Margherita, al Teatro “Giuseppe Di Stefano”, al Chiostro di San Domenico e per finire al Teatro Pardo. L’accoglienza sarà a cura degli studenti della 4H ESABAC dell’ Istituto di Istruzione Superiore “Rosina Salvo”- Indirizzo Linguistico. Il Luglio Musicale Trapanese ha, infatti, stretto nei mesi scorsi una convenzione di alternanza scuola lavoro con l’Istituto.
 
Con Médithéâtres l’Ente Luglio Musicale Trapanese a partire dal 2018 ha scritto un importante pagina della sua storia. Nell’estate 2018 era stata attivata una co-produzione italo-tunisina dell’opera “Aida” di Giuseppe Verdi che è stata messa in scena nei teatri romani di El Jem e di Cartagine ed ancora nel 2019 il Gran Gala dell’ Opera Lirica Italiana al Teatro di Cartagine in chiusura della 55a edizione del Festival Internazionale di Cartagine.
Ciò ha consentito all’Ente di qualificarsi come operatore culturale internazionale e alla Sicilia di assumere un ruolo chiave nella cooperazione culturale in area mediterranea.