domenica, Luglio 14, 2024
21.1 C
Trapani
HomeAttualitàItinerari di comunità e modelli di rieducazione: a Trapani il libro del...

Itinerari di comunità e modelli di rieducazione: a Trapani il libro del giurista Giovanni Fiandaca

Con la presentazione del libro “Punizione” (Il Mulino, 2024) scritto da Giovanni Fiandaca – lunedì prossimo, 8 luglio, alle 18 nel chiostro di San Domenico a Trapani -, prende avvio la prima tappa del progetto “Itinerari di Comunità”, promosso dall’Ufficio locale di esecuzione penale esterna (ULEPE) di Trapani, diretto da Rosanna Provenzano, in partenariato con il Distretto socio-sanitario D50 di cui Trapani è capofila, e con la Fondazione Le Vie dei Tesori di Palermo.

Il progetto nasce con lo scopo di ricreare legami e riportare alla vita quotidiana, giovani, uomini e donne seguiti dall’ULEPE, attraverso un percorso formativo di sensibilizzazione sulla legalità che è rivolto anche alla comunità locale. Sono previsti eventi, visite guidate ed escursioni nei territori del Trapanese.

Lo studio di Giovanni Fiandaca, giurista e storico italiano, grande esperto e docente emerito di Diritto penale, trasmette l’urgenza di ripensare modelli non punitivi in risposta a fatti socialmente dannosi, evidenziando gli aspetti contraddittori e paradossali di uno dei nodi più drammatici del vivere morale e civile.

È proprio con l’emblematica dicotomia “punizione-rieducazione” che il progetto intende prendere avvio: “Punizione” è una parola drammatica che ogni fase storica tenta di riscrivere sulla base dei propri principi, ma che oggi è attraversato da forti dubbi e contraddizioni. Se negli ultimi decenni ha prevalso una tendenza antiautoritaria e antirepressiva, incline all’utilità della punizione anche in campo educativo, la ricerca di risposte sbrigative e l’avanzare dei social hanno alimentato pulsioni collettive, favorevoli a una concezione emotiva della punizione intesa come vendetta pubblica. Ciò in totale contraddizione con quella “crisi della pena” che i giuristi non si stancano di denunciare e con la finalità rieducativa che è parte della visione costituzionale.

Dopo l’introduzione di Rosanna Provenzano, direttrice dell’UEPE (Ufficio locale di esecuzione penale esterna) e della giornalista Laura Anello, presidente della Fondazione Le Vie dei Tesori che presenterà il progetto “Itinerari di Comunità”, dialogheranno con Giovanni Fiandaca, Bernardo Petralia, magistrato in pensione già Capo dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria; Emanuele Ricifari, dirigente generale di Pubblica Sicurezza e presidente ANFP; Paola Maggio, docente di Procedura penale; Aldo Schiavello, docente di Filosofia del diritto.

  • LO SPETTACOLO DELL’ALBA AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SELINUNTE - INVENZIONI A TRE VOCI

Altre notizie