Home Attualità Il dopo “Sorella Sanità”

Il dopo “Sorella Sanità”

Arrestato Damiani l’Asp di Trapani adesso volta pagina.

Lo scorso maggio, l’arresto di Fabio Damiani, assieme ad un’altra delle tante star che negli anni hanno brillato nel scintillante mondo dell’antimafia, Antonino Candela, ha provocato un vero e proprio terremoto nella Sanità regionale. Certamente in quella di riferimento alle provincie di Palermo e Trapani dove i 2 deus ex machina avrebbero fatto, secondo gli inquirenti, il bello e cattivo tempo. Con il prezioso aiuto dei faccendieri Salvatore Manganaro e Giuseppe Taibbi anche loro agli arresti dal lontano 21 maggio. Come è normale che sia, dopo l’operazione della magistratura, l’Asp di Trapani ha subito uno scossone nel suo vivere quotidiano. Funzionari confusi dalle cronache e nuovi equilibri negli assetti dirigenziali. Fino all’arrivo, qualche settimana fa, del commissario straordinario: Paolo Zappalà, romano, proveniente dall’Asp di Pescara che si insedia dopo il “breve interregno” di Gioacchino Oddo, attuale direttore sanitario, che per anzianità ha diretto pro-tempore in attesa della nomina dell’assessore Razza. Notoriamente, com’è fisiologico che sia, sia Oddo che il direttore amministrativo, Sergio Consagra, erano stati fortemente voluti da Damiani, avendo per anni, a vario titolo, collaborato con lui nel capoluogo siciliano. Dopo l’arresto, da subito, negli uffici di via Mazzini si è respirato un clima da “più realisti del Re”. Insomma, tutto quello messo in piedi da Damiani veniva visto con diffidenza, con circolari su circolari che viaggiavano da un piano all’altro, soprattutto verso chi si era guadagnato la fiducia del manager-avvocato. Aria che sembra continuare con Zappalà; umanamente comprensibile ma discutibile dal punto di vista operativo. Soprattutto verso le iniziative che attendevano solo un formale via libera. Ed invece, no; tutto rimesso in gioco se non addirittura stoppato. In un clima di stagnazione economica e con i tempi della burocrazia non esattamente velocissimi non è il massimo della vita per chi si confronta con loro. Ma tant’è; speriamo che dopo una “comprensibile diffidenza” del neo commissario, Zappalà possa riportare un po’ di normalità in quegli uffici. L’inizio, tuttavia, non è onestamente confortante.

Ultime notizie in diretta

“Affinché la memoria sia l’antidoto all’indifferenza”

La Giornata della Memoria 2022. Il Comune di Trapani ha aderito al...

La riserva lagunare di Marsala sarà il servizio d’apertura del programma “Mezzogiorno Italia”

La riserva lagunare di Marsala sarà il servizio d'apertura del programma “Mezzogiorno Italia”,...

Marsala celebra la giornata della Shoah

Marsala celebra la “Giornata della Memoria”. Il Sindaco Massimo Grillo si è recato...

Covid19. 13810 attuali positivi in provincia di Trapani e tre nuovi decessi

Le persone attualmente positive in provincia di Trapani, in isolamento domiciliare obbligatorio e...

Match di mezzogiorno

Prosegue la preparazione della pallacanestro Trapani in vista dell'impegno casalingo di domenica contro...

OdG Sicilia. Presunzione d’innocenza rafforzata: quando le nuove regole ostacolano i giornalisti

Con l'introduzione delle nuove norme sulla cosiddetta “presunzione d'innocenza rafforzata”, il lavoro dei...

Pietre di inciampo per ricordare

Nel giorno della memoria i sindaci siglano in prefettura a Trapani una Dichiarazione...

“Memorie di inciampo”

Il Comune di Erice ha aderito al progetto che punta a non...

Altre Notizie di Oggi

In memoria delle vittime della strage di Alcamo Marina

I carabinieri di Trapani hanno ricordato, oggi, la scomparsa dell’appuntato Salvatore Falcetta e del collega Carmine Apuzzo, barbaramente uccisi il 27 gennaio...

La solidarietà dell’Ordine al medico aggredito a Castelvetrano

Individuato l'aggressore, si tratta di un uomo di 29 anni È accaduto nel tardo pomeriggio di ieri a Castevetrano....

“Costruiamo con il cuore”

Si è svolto, a Trapani, negli uffici della BigMat di Alberto De Filippi , il corso sulle manovre salvavita alla presenza del...

Marsala, raid vandalici in due scuole

Scuole marsalesi nel mirino dei vandali. Due incursioni sono state messe a segno nella notte. I responsabili dei raid hanno visitato i...

Marijuana nello zaino, arrestato

La droga la nascondeva nello zainetto che portava sulle spalle: 60 grammi di marijuana, pronti per essere immessi in commercio.

Mafia Bet, condanne riviste in Appello

Riviste, in Appello, per le pene per alcuni imputati del processo scaturito dall'operazione dei carabinieri di Trapani Mafia Bet, portata a compimento...
Trapani
cielo sereno
7.5 ° C
10.1 °
6.1 °
93 %
2.6kmh
0 %
Gio
8 °
Ven
13 °
Sab
11 °
Dom
13 °
Lun
13 °