Regione, sottogoverni per due alcamesi

Uno dei due, l'ex sindaco Scala, prenderà il controllo del Ciapi.

351

Arrivano ad Alcamo due incarichi politici prestigiosi per delle nomine ai vertici della macchina burocratica della Regione Siciliana. Si tratta dell’ex primo cittadino Giacomo Scala e dell’ex direttore dell’Istituto Regionale Vini e Oli, Vincenzo Cusumano, già segretario cittadino del Partito Democratico, entrambi funzionari della Regione. Scala andrà ad assumere il controllo del Ciapi di Priolo Gargallo, Cusumano, invece, sarà il nuovo capo di gabinetto vicario dell’assessore regionale al Lavoro, Nuccia Albano. L’ex primo cittadino prenderà il posto di Rosaria Barresi, che ha dovuto lasciare l’incarico al Ciapi di Priolo perché nominata capo di gabinetto dell’assessorato regionale all’Energia. Il neo commissario Scala, che dirigerà, dunque, l’ente strumentale che si occupa di formazione professionale ha così commentato la sua nomina “il mio grazie va all’Assessore Albano, persona straordinaria, per la fiducia che ha riposto in me.
Speriamo di dare un contributo alla Sicilia per formare le nuove professionalità in una società che cambia. La transizione ecologica e la transizione digitale sono già in atto e proprio per questo sempre di più saranno richieste nuove competenze e nuove professionalità. Il CIAPI è uno degli strumenti della Regione Siciliana per accompagnare la società che cambia nel mondo del lavoro. Cercheremo di fare in fretta e di fare bene.” Alle scorse regionali era stato candidato nella lista della “Nuova” Democrazia Cristiana di Totò Cuffaro, giungendo secondo in provincia di Trapani, dietro l’attuale Presidente del Consiglio Comunale di Trapani, Giuseppe Guaiana fermatosi a poco più di 4 mila voti, ottenendo 3600 preferenze.