I giovedì d’agosto ad Erice

142

Ad Erice tornano i Giovedì d’agosto promossi dal Gruppo Archeologico Erykinon, affiliato all’Associazione dei Gruppi Archeologici d’Italia, impegnato nell’attività di promozione e valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e monumentale dell’agro-ericino.

Incontro culturali per immergersi nella storia e tra i tesori del nostro territorio. Gli argenti, le antiche strade, gli scavi più recenti e gli studi sulla montagna sacra, arricchiranno di affascinanti notizie i pomeriggi di questa calda estate. La rassegna si è aperta ieri presso la sala conferenze di Palazzo Sales, con il professore Maurizio Vitella, storico dell’arte dell’Università di Palermo, che ha illustrato e raccontato la storia di un vero e proprio tesoro oggi esposto con cura e sapienza nei siti museali di alcune tra le più belle chiese di Erice; nel corso dell’incontro è intervenuto anche Padre Piero Messana che ha curato nei minimi dettagli l’esposizione di ogni manufatto. Il secondo appuntamento, l’11 agosto, sarà con la storia raccontata dall’archeologo Prof. Antonino Filippi, con resoconti delle fonti antiche lette da Nello Savalli. Il 18 agosto, l’archeologo Dottor Vittorio Mirto, farà passeggiare virtualmente tra i sentieri di Erice raccontando delle loro trasformazioni e dei tratti più antichi percorsi ancora oggi. Per l’ultimo appuntamento, nel pomeriggio del 25 agosto l’archeologo prof. Salvatore De Vincenzo, dell’ Università di Viterbo, illustrerà i risultati degli scavi più recenti che continuano a fornire maggiori notizie sui primi popoli che hanno eletto Erice come propria dimora: gli Elimi, i Cartaginesi ed i Romani.