Good luck Handball

A pochi giorni dall'inizio dell'avventura in A1, il commento del presidente di Telesud Marino.

161

Un fiore all’occhiello del nostro territorio; questo rappresenta la Handball Erice oggi. Grazie alla “follia visionaria” di Norbert Biasizzo, un “giargiana” trapanese, come viene definito nella “sua” Milano, dove opera come base principale della sua attività imprenditoriale, chi non è un cittadino doc della città. Ma comunque che ha voluto fare sport, grazie alla passione di una vita, qui in Sicilia. Scommettendo su Trapani. Già solo per questo ci sarebbe da plaudirlo e sostenerlo. Pubblico e privato. Noi, a Telesud, nel nostro piccolo, siamo ben lieti di farlo. In Italia la pallamano non è certamente uno sport di massa. Anzi. Dalle nostre parti, tuttavia, ha raggiunto sempre ottimi risultati con una lunga tradizione scolastica presso la media ericina De Stefano grazie al “mitico” professore Mannarà. Ma questo non può che dar maggior merito alla ferma volontà di creare una realtà che adesso si appresta a giocarsi la massima serie. Uno sforzo “mecenatistico”, come chiunque voglia fare sport ad ogni livello a queste latitudini…, che darà la possibilità ai giovani trapanesi di avere una palestra di vita, letteralmente e non solo, magari lontano dalla strada. Ieri c’è stata la presentazione ufficiale della squadra per la stagione 2020-21; un gruppo di ragazze provenienti da tutto il mondo guidate da un tecnico croato, Milenko Kljajic, di grande esperienza e tanta simpatia. La settimana prossima, sabato 12, inizia la stagione di serie A1 fra le mura amiche del Palacardella. Non c’è molto da aggiungere: semplicemente di andare numerosi a tifare “le Arpie” neroverdi. Se lo meritano loro e se lo merita chi scommette sulla nostra terra. In bocca al lupo Handball, in bocca al lupo Norbert.


Massimo Marino
Presidente di Telesud