Ascoltare la storia antica al chiaro di luna, comodamente trasportati da un’auto elettrica, leggera, smart, comoda, non inquinante. Il pubblico ha riempito Selinunte in notturna: circa seimila soltanto nella seconda metà d’agosto. Il parco archeologico di Selinunte le ha prorogate e fino al 12 settembre: sarà aperto dalle 19.30 a mezzanotte.

C’è anche un’importante novità: riapre, dopo un lungo lavoro di restauro paesaggistico e arboreo durato un anno, l’area occidentale dei grandi  santuari di Demetra Malophoros e del tempio M, zone nate per controllare il territorio e rendere omaggio alle forze ancestrali che dominano la natura, costruiti apposta vicino alla foce dei fiumi, dove l’acqua di mare si mischia a quella dolce e diventa salmastra.

Oltre alla possibilità di cogliere la bellezza con un giusto tempo da dedicare a piedi alla visita completa del parco, è stato organizzato quindi un servizio integrativo di mobilità elettrica all’interno del parco, grazie al quale sarà possibile visitare più facilmente  la parte monumentale.

Il percorso consentirà la visita alla collina orientale dove si trovano i resti dei templi F, E, G e il baglio Florio. Una nuova esperienza fortemente voluta dal direttore del Parco archeologico, Bernardo Agrò che ha dichiarato “Un nuovo itinerario percettivo e sensoriale, sempre in notturna, che si aggiunge ai numerosi altri percorsi, in particolare il santuario della Malophoros e il Tempio M, che compongono e arricchiscono la straordinaria offerta culturale di Selinunte e i suoi allestimenti en plein air”.

Il percorso di visita fino al Tempio M è particolarmente adatto agli amanti delle archeotrekking poiché abbina la scoperta delle bellezze culturali e paesaggistiche del parco di Selinunte all’escursionismo. Il parco offre la possibilità di visitare l’area con il supporto del servizio di mobilità elettrica, un percorso sostenibile e circolare, con brevi tempi di attesa utile a chi ha difficoltà a deambulare o a chi vuole alternare un percorso a piedi con uno a bordo di mezzi ecologici.

L’intera visita al parco con la navetta elettrica costa 18 euro (6 euro il biglietto + 12 euro Il servizio di mobilità elettrica). Il biglietto per visita serale, in forma ridotta e promozionale, costa 3 euro ed è valido solo per la vista della Collina orientale e del Baglio Florio. Si entra con green pass o con dispositivi secondo la normativa anticovid.