Luglio Musicale: “Nessuna mediazione possibile”

420

Il Luglio Musicale Trapanese respinge le richieste economiche di Giovanni De Santis e rifiuta la mediazione

E no, il Luglio Musicale non ha intenzione di mediare alcunchè in merito alle richieste economiche di Giovanni De Santis, ex consigliere delegato ed ex direttore artistico dello stesso Ente teatrale.

La vicenda è quella relativa alla richiesta di 300mila euro come premialità per aver portato, con la sua attività di consigliere delegato e direttore artistico, un bel po’ di milioncini di euro in dote all’Ente di teatro trapanese.


Nei giorni scorsi si è svolto l’incontro di mediazione che era stato richiesto da Giovanni Battista De Santis.

Per il Sindaco di Trapani, presidente dell’Ente Luglio Musicale, e per l’attuale governance del Luglio, quelle di De Santis sono “pretese” da subito ritenute non accoglibili in sede transattiva. E infatti sono state respinte al mittente e, in sede di mediazione (svoltasi alla presenza di De Santis e del Consigliere delegato dell’Ente, assistiti dai rispettivi Avvocati), l’Ente – dopo un accurato vaglio sostanziale delle istanze assieme alla parte pubblica del CdA – ha scelto di non entrare in mediazione.

Il CdA dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, pertanto, ieri, come da precedente deliberato, ne ha preso atto. La vicenda rimane aperta. A questo punto siamo davanti ad un braccio di ferro fra le parti che, appare probabile, non cesserà a breve.