A Castellammare del Golfo permane il divieto di utilizzo dell’acqua per usi potabili disposto dal sindaco Nicolò Rizzo il 19 novembre scorso. Le nuove analisi dell’Asp di Trapani confermano ancora una volta una elevata presenza di coliformi e di escherichia coli, batteri di origine fecale. Appare probabile, quindi che l’inquinamento sia determinato da una infiltrazione di acque nere nelle condutture idriche. Un inquinamento per il quale non basta per abbatterlo il processo di clorazione.