Valderice, pregiudicato finisce agli arresti domiciliari

765

Già gravato da un provvedimento restrittivo, avrebbe tentato di mettere a segno un furto. Così per un 38enne, di origini straniere è scattata l’ordinanza di aggravamento di misura cautelare, emessa dal Gip.

L’uomo, con precedenti in materia di sostanze stupefacenti e reati contro il patrimonio, era sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Valderice dal mese di ottobre dello scorso anno, a seguito di un arresto operato dai carabinieri di Trapani.

L’ordinanza scaturisce dalle attività investigative che i militari dell’Arma hanno condotto negli ultimi mesi continuando a seguire in modo discreto i movimenti del 38enne.

In questo contesto operativo, i carabinieri hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza che hanno permesso di ipotizzare che l’uomo continuasse a delinquere nonostante fosse già sottoposto ad una misura cautelare.

In particolare, secondo la ricostruzione dei Carabinieri, l’indagato sarebbe stato sorpreso all’interno di un immobile commerciale in disuso mentre, munito di cacciaviti, tentava di asportare la rubinetteria. Ora è agli arresti domiciliari con l’obbligo di indossare il braccialetto elettronico