Gara a rischio

Il Dattilo rischia di non giocare la partita di domenica contro il Paternò. La formazione catanese ha tre tesserati positivi al covid-19. Si attende la decisione della Lega Nazionale Dilettanti.

288

di Federico Tarantino

Il Paternò, prossimo avversario del Dattilo, ha tre tesserati positivi al covid-19. In particolare il virus ha colpito due giocatori ed un membro dello staff della formazione catanese. Domenica è prevista la gara fra il Paternò ed il Dattilo per la terza giornata del campionato di serie D. Con i positivi al coronavirus la disputa del match diventa a rischio, ma, attualmente, la Lega Nazionale Dilettanti non ha fornito alcuna comunicazione. Il protocollo sanitario non prevede un automatico rinvio della gara: i giocatori positivi al coronavirus vengono considerati come i calciatori fuori per infortunio. I risultati di alcuni tamponi sono arrivati nella tarda serata di lunedì, mentre nelle prossime ore si attende l’esito degli altri test. Il Paternò ha attivato le procedure ed i contatti con Lega, Asp e autorità competenti in attesa di ulteriori disposizioni.

Il Dattilo, invece, è in attesa di comunicazioni ufficiali per effettuare la trasferta e prosegue le proprie attività di allenamento divise fra lo stadio Mancuso di Paceco e lo stadio Provinciale, dove sono previste le gare di svolgimento del campionato di serie D. Il Trapani era gestore dell’impianto sportivo di proprietà dell’ex Provincia. Con l’estromissione dal campionato di serie C della formazione granata la concessione del “Provinciale” al Trapani dovrebbe essere risolta, venendo meno anche l’accordo fra il Trapani ed il Dattilo.