Trapani, l’MPA si struttura in vista delle elezioni 2023

221

Coordinamento affidato a Scontrino, Zaccarini, Giacomazzo e Fileccia

Dodici le città della provincia chiamate al voto , di queste Trapani è l’unica che andrà ad eleggere il Sindaco con il sistema proporzionale. Un momento storico come quello di oggi che per l’MPA non può non essere caratterizzato da un ritorno alla politica, ai partiti e ai valori che rappresentano, alternativi a quello che definiscono un finto civismo.
Dalla politica parte MPA- Trapani che con la nomina del coordinamento comunale avvia quella necessaria fase di interlocuzione con i partiti del centrodestra trapanese, forte di autorevolezza e della volontà di una sintesi che in altre occasioni non si è riusciti a trovare, portando avanti contemporaneamente un’ intesa anche con quei rappresentanti di una vera attività civica nel e per il territorio. Un progetto politico – amministrativo per la città di Trapani che punta a rispecchiare le coalizioni , i programmi e le dinamiche delle appena passate elezioni regionali e nazionali .

Un invito alla compattezza del centrodestra, quello lanciato dall’MPA.

Al coordinamento comunale di MPA – Trapani vengono indicati Massimo Zaccarini, Alessandro Giacomazzo ,Tore Fileccia e Vincenzo Scontrino ; Parteciperanno alle riunioni del coordinamento, di diritto, i consiglieri comunali Domenico Ferrante e Claudia La Barbera in qualità di rappresentanti del Partito all’interno delle istituzioni, con l’auspicio che il lavoro di tutti porti all’ingresso di nuovi soggetti, amministratori e non, che vedono nei valori di Mpa il punto di partenza per il ritorno alla politica anche nella città di Trapani .

L’organo di Partito comunale verrà temporaneamente coordinato dal segretario provinciale Maricò Hopps in attesa del congresso che vedrà l’elezione del solo coordinatore comunale.