domenica, Luglio 14, 2024
21.1 C
Trapani
HomeAttualitàLa manovra che cambia la sanità in Sicilia

La manovra che cambia la sanità in Sicilia

Decongestionare gli ospedali pubblici e offrire un’alternativa valida e accessibile ai cittadini. Sono questi gli obiettivi della manovra che la Regione Siciliana si sta apprestando a introdurre.

Una manovra significativa che potrebbe rivoluzionare il sistema sanitario locale, permettendo l’apertura del pronto soccorso anche nelle cliniche private.

Un modo, questo, per ridurre i tempi di attesa, alleggerire gli ospedali pubblici e garantire una maggiore copertura sanitaria.

Con più punti di accesso alle cure di emergenza, infatti, i pazienti possono essere assistiti più rapidamente. Decongestionando le strutture pubbliche, invece, il personale medico potrà concentrarsi meglio sui casi più gravi.

La manovra, inoltre, prevede anche la possibilità di cancellare reparti doppioni fra ospedali vicini e trasformare alcuni piccoli presidi. In realtà, è un obbligo di legge che il ministero della Salute ha imposto che venga completato entro fine anno.

L’assessore regionale alla sanità, Giovanna Volo, ha per questo costituito un tavolo tecnico per calare nella realtà siciliana i parametri fissati a livello nazionale.

Il documento finale sarà poi inviato ai manager, per poi essere discusso con i sindacati, l’Anci e, una volta approvata in giunta, arriverà all’ARS. Se approvata anche all’Assemblea Regionale Siciliana, la Regione lavorerà su un quadro normativo che definirà i requisiti necessari per le cliniche private che vorranno aprire un pronto soccorso, assicurando standard di qualità e sicurezza equiparabili a quelle delle strutture private.

Chiara Conticello

  • LO SPETTACOLO DELL’ALBA AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SELINUNTE - INVENZIONI A TRE VOCI

Altre notizie