domenica, Luglio 14, 2024
29.1 C
Trapani
HomeEconomiaSiccità, stato di avanzamento del Piano al 50%

Siccità, stato di avanzamento del Piano al 50%

Il Piano da 20 milioni di euro per affrontare l’emergenza idrica in Sicilia sta facendo significativi progressi, con circa il 50% delle opere previste già completate o in fase di completamento. Più nel dettaglio, il 17,31% degli interventi è stato concluso, il 30,77% è in corso, il 17,31% è in fase di affidamento e il 26,92% è in fase di approvazione, con l’imminente inizio dei lavori.

A meno di un mese dall’approvazione del Piano da parte della Protezione Civile Nazionale, è stato possibile recuperare il 50% dell’apporto idrico aggiuntivo previsto. Entro la fine di luglio, si prevede un ulteriore incremento del 20%. I dati sono stati presentati durante una riunione tenutasi a Palazzo d’Orléans, convocata dal presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani e a cui hanno partecipato rappresentanti di società di gestione, Ati, Comuni e la cabina di regia per l’emergenza siccità, presieduta dal governatore e coordinata dal dirigente generale della Protezione Civile della Regione Siciliana, Salvo Cocina. Il Piano per l’emergenza idrica in Sicilia sta, dunque, procedendo a ritmo sostenuto, con una serie di interventi cruciali.

Tra questi, nel trapanese, entro il 15 luglio 2024, saranno riattivati i due pozzi di Castelvetrano Agate e Ingrasciotta, con l’installazione delle opere elettromeccaniche accessorie, e il revamping del pozzo di contrada Fraginesi a Castellammare del Golfo; ed, ancora, il revamping di pozzi a Catania, la riattivazione di pozzi ad Agrigento, e molteplici interventi nella provincia di Messina, tra cui la riattivazione di pozzi e la realizzazione di condotte per l’immissione dell’acqua nelle reti di distribuzione.

  • LO SPETTACOLO DELL’ALBA AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SELINUNTE - INVENZIONI A TRE VOCI

Altre notizie