Potenziare i servizi di ascolto e assistenza in favore delle donne, aumentando in loro la consapevolezza e il controllo sulle proprie decisioni riguardo alla vita privata e sociale. Questo l’obiettivo di ‘Donne in cammino’, iniziativa messa in campo dall’associazione Cotulevi (Contro tutte le violenze) a partire da settembre e che si protrarrà fino a dicembre presso lo sportello d’ascolto antiviolenza Diana, nato dalla partnership con l’amministrazione comunale di Salemi.

Dopo un periodo di formazione degli operatori selezionati, saranno organizzati percorsi di segretariato sociale, laboratoriale e di conoscenza delle aziende locali a beneficio delle donne vittime di violenza o in situazione di difficoltà del territorio di Salemi. Il progetto, inoltre, prevede il potenziamento dei servizi di ascolto e assistenza già erogati dallo sportello che si trova al piano terra del chiostro di Sant’Agostino di Salemi.

“Uno strumento in più per aiutare le donne in difficoltà – affermano il sindaco di Salemi, Domenico Venuti, e l’assessore ai Servizi sociali, Rina Gandolfo -. La collaborazione tra il Comune di Salemi e l’associazione Cotulevi continua a dare buoni frutti. Bisogna mettere in campo tutte le azioni possibili per sostenere che attraversa momenti di difficoltà e questo progetto si inserisce tra le buone pratiche che lo sportello Diana porta avanti da tempo”. All’iniziativa, finanziata con i fondi dell’Otto per mille della chiesa valdese, collaborano anche gli uffici del settore Servizi sociali del Comune e la sezione locale della Fidapa.