Finanziato dalla Regione il parco giochi inclusivo di Favignana

345

Con DDG n. 1401 del 06 novembre 2020, la Regione Siciliana ha ammesso a finanziamento il progetto, relativo alla realizzazione di un ‘Parco Giochi inclusivo’, al cui bando dell’Assessorato regionale della Famiglia, delle politiche sociali e del lavoro – Dipartimento Famiglia – il Comune di Favignana ha partecipato nel mese di ottobre del 2019. L’importo complessivo del progetto era di € 68.578,16, di cui € 49.865,15 a valere sul contributo ed € 18.713,01 di cofinanziamento del Comune per la gestione e l’animazione inclusiva del parco giochi.  

Fortemente voluta dall’Amministrazione Pagoto, e seguita nel suo iter dai consiglieri comunali Canino, Torrente e Lucido, l’opera è stata seguita per la progettazione dall’Arch. Francesca D’Amico, mentre Rup ne è stato l’Arch. Salvatore Guastella.

Il parco, per il cui finanziamento ora ottenuto il Comune si è candidato al bando regionale, rappresenta un importante veicolo di inclusione, partecipazione e aggregazione sociale, strumento di educazione e formazione che permette lo sviluppo di capacità e abilità per la crescita equilibrata di ciascun soggetto. 

Il parco giochi attualmente presente nel Comune di Favignana non è accessibile a bambini con disabilità, e questo, come specificato nella relazione tecnica allegata alla richiesta di finanziamento, comporta una limitazione della loro partecipazione a un’attività fondamentale per la propria crescita personale e sociale. Il Comune, pertanto, ha inteso realizzare un parco giochi inclusivo, ovvero privo di barriere architettoniche e fruibile da parte di tutti i bambini, con lo scopo di creare un’interazione positiva tra il gioco e il bambino e tra il bambino e l’ambiente circostante, venendo incontro alle esigenze manifestate dalle famiglie di fruire di attività ludico-ricreative in favore dei propri figli disabili, costretti, per mancanza di adeguati servizi e/o spazi, a trascorrere il loro tempo libero in casa. Il target al quale si rivolge il progetto è costituito da bambini con disabilità psichica e/o fisica assicurando uguale accesso rispetto agli altri bambini. 

L’area individuata per la realizzazione del Parco Giochi si trova all’interno del giardino di Palazzo Florio a Favignana: nello specifico il progetto prevede di attrezzare lo spazio interno dell’aiuola di mq. 150 circa, quasi interamente libera da piantumazioni, vicino al porto, in zona centrale, facilmente raggiungibile dai beneficiari minori e dalle loro famiglie, priva di barriere architettoniche. Distribuiti allʼinterno del giardino urbano, e in particolar modo in corrispondenza della futura area a gioco, sono presenti infrastrutture ciclabili e pedonali, panchine con sedute in legno, cestini, rastrelliere per bici e schermo gigante per proiezioni. 

Per coinvolgere ragazzi di età diverse sono state pensate diverse tipologie di gioco, come games creatvi ed educativi. Il parco sarà gestito dal personale comunale durante le aperture al pubblico del Palazzo dalle ore 8:30 alle 20:00, implementate delle ore serali durante il periodo estivo. Il Comune ha previsto di compartecipare alla realizzazione del parco giochi attraverso il cofinanziamento di un progetto di gestione e animazione inclusiva selezionando un team di operatori: una Pedagogista e due Operatori ludico-ricreativi. Ciascun operatore, secondo l’idea progettuale, sarà impiegato per n. 25 ore settimanali, per cinque giorni a settimana, dalle ore 08:30 alle ore 13:30, esclusi il sabato e i festivi, durante il periodo estivo. Il progetto, inoltre, sarà sostenuto con raccolta fondi avviata in modalità crowdfunding sulle più diffuse piattaforme a finalità sociale.