Trapani ecosostenibile e più verde: la proposta della II° Commissione

185
dav

 “E se a Trapani si togliessero asfalto e mattoni per creare zone verdi? E se le zone verdi in stato di abbandono diventassero Vivai dove far crescere le piante da ricollocare sul nostro territorio? E se, ancora, le zone verdi in stato di abbandono diventassero delle aree attrezzate/picnic o aree sport a km0?

Sono queste le domande che la seconda commissione consiliare, composta da Marzia Patti, Anna Lisa Bianco, Laura Genco, Domenico Ferrante, Silvestro Mangano e Giuseppe Guaiana, si è posta in questi giorni ed a cui sta cercando di dare risposta, in prospettiva di Trapani ecosostenibile e più verde.

“Da qualche settimana – dichiara la Presidente Marzia Patti – la seconda commissione sta lavorando ad una proposta di deliberazione da presentare in Consiglio, attraverso la quale si chiede l’istituzione di veri e propri Vivai comunali all’interno dei quali le associazioni potranno agire per l’accrescimento e l’acclimatamento di alberi, arbusti e piante erbacee perenni al fine di ottenere soggetti sani e ben formati da ricollocare in città. Non possiamo più “distruggere” o “perdere” un’altra foglia! Inoltre – aggiunge – un’associazione presente sul territorio ha manifestato l’intenzione di creare un’area attrezzata a km0, area all’interno della quale poter sviluppare iniziative educative e solidali. Infine, stiamo sviluppando un’idea molto interessante da presentare all’amministrazione: la creazione di veri e propri spazi verdi cittadini sfruttano quegli spazi già esistenti e pieni di mattoni. Immaginate, infatti, di togliere piastrelle, asfalto, marmo in Viale Duca D’Aosta, Piazza Vittorio Veneto o altre zone della città, dove vi sono già aiuole che non permettono agli alberi di crescere bene, e di sostituire il tutto con spazi verdi, di passeggiare o sedersi in una panchina sita in uno spazio dove gli alberi possono crescere liberamente, all’ombra delle loro foglie… Sognatori? Si, sogniamo una città più verde!” “