I Carabinieri di Castelvetrano hanno accertato ripetuti comportamenti persecutori dell’ex marito nei confronti della donna

Ieri, al termine di una indagine, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno dato esecuzione all’ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento alle persone offese. Destinatario del provvedimento del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Marsala, è un castelvetranese di 31 anni, con precedenti di polizia. I carabinieri hanno raccolto, in un corposo rapporto inviato alla magistratura di Marsala, i riscontri alle denunce dell’ex moglie del 31enne. Gli investigatori hanno elencato e accertato anche attraverso testimonianze i ripetuti comportamenti vessatori e persecutori attuati dall’uomo nei confronti della donna e della suocera, che avrebbero raggiunto un livello tale dal provocare nelle vittime un perdurante stato d’ansia e di paura per la propria incolumità. L’uomo non potrà avvicinarsi alle due donne e per avere certezza che ciò non avvenga il giudice per le indagini preliminari ha disposto l’obbligo di indossare il braccialetto elettronico, un dispositivo che localizza la persona e che i carabinieri possono controllare da remoto