Democrazia partecipata, cittadini trapanesi chiamati a decidere

Entro il 16 novembre dovranno indicare come spendere le somme rese disponibili dalla Regione Siciliana

271

Entro il 16 novembre dovranno indicare come spendere le somme rese disponibili dalla Regione Siciliana

L’amministrazione comunale di Trapani chiede ai cittadini di scegliere in quale ambito spendere le somme, rese disponibili dalla Regione Siciliana, sulla scorta della norma che regola «il coinvolgimento della cittadinanza nella scelta di azioni di interesse comune» e che destina il 2% del trasferimento di fondi. Il Comune di Trapani ha individuato quattro ambiti di intervento che vengono sottoposti al parere dei cittadini attraverso l’attivazione di una consultazione pubblica: 1. Trapani è donna… e madre; 2. Campagna affido amici a quattro zampe; 3. Verde e decoro urbano. Possono partecipare al quesito tutti i cittadini di età superiore ai 16 anni, residenti nel Comune di Trapani anche se stranieri, e tutte le associazioni e organizzazioni che vi abbiano sede. La somma disponibile è di poco meno di 29mila euro. La preferenza dovrà essere espressa con il modello allegato all’avviso, pubblicato sul sito istituzionale dell’ente www.comune.trapani.tp.it, nella sezione notizie del comune. La preferenza dovrà giungere al Comune di Trapani mediante posta elettronica al seguente indirizzo democrazia.partecipata@comune.trapani.it, oppure consegnata a mano all’ufficio protocollo entro il 16 Novembre 2020 riportando nell’oggetto la seguente dicitura: “Democrazia Partecipata 2020”.