Giuseppe Cruciata, vicesindaco di Castellammare del Golfo si è dimesso dall’incarico che ricopriva dall’insediamento dell’amministrazione guidata dal sindaco Nicolò Rizzo. Cruciata è anche consigliere comunale – ruolo che continuerà a ricoprire – eletto nella lista di “Oltre” a sostegno del sindaco Rizzo.

Cruciata, esponente di Diventerà Bellissima, ha ricordato che la scadenza dell’impegno amministrativo era stata concordata all’atto della nomina ed ha aggiunto che «Diventerà Bellissima rimarrà a sostegno di questo governo cittadino con la presenza in giunta di una persona diversa dal sottoscritto». Dal canto suo il sindaco ha ringraziato Cruciata «per il lavoro svolto con impegno in giunta in questi oltre tre anni».

Nel dicembre scoro Rizzo aveva nominato due nuovi assessori e dopo le dimissioni di Cruciata ha già redistribuito le deleghe tra gli altri 4 assessori: la vice sindacatura è adesso di competenza di Maria Tesè che ha anche le deleghe alle politiche giovanili, turismo, spettacolo, cultura e sport. 

Le deleghe di Giuseppe Cruciata urbanistica, edilizia privata ed attività produttive, sono adesso competenza dell’assessore Giovanni Portuesi che le aggiunge a bilancio, tributi, servizi demografici, rapporti con il consiglio comunale, rapporti con gli uffici scolastici regionali e pari opportunità.

Invariate le deleghe per gli altri assessori: Emanuela Scuto continuerà ad occuparsi di servizi sociali, pubblica istruzione, informatizzazione e digitalizzazione, legalità, contenzioso e rapporti legali.

L’assessore Antonio Senia ha le deleghe all’agricoltura e pesca, protezione civile, manutenzione strade, manutenzione rete idrica e fognaria, verde pubblico, decoro urbano e ambiente, rapporti con le frazioni di Castellammare e valorizzazione di monte Inici.

Deleghe al personale, sicurezza pubblica, viabilità, polizia municipale e lavori pubblici rimangono di competenza dello stesso sindaco Nicolò Rizzo.