“Periferie e diseguaglianze al centro della Politica”: la nota del Pd

105

Il circolo Pd Nilde Iotti si è riunito in assemblea per rielaborare le proposte emerse durante l’Agorà che si è svolta nella città di Marsala. Per questa prima Agorà democratica, organizzata nella nostra provincia, abbiamo scelto di parlare di Diseguaglianze sotto i più svariati aspetti e, dalle spiacevoli notizie che abbiamo appreso oggi in merito alle “classi ghetto” presenti nella nostra città e denunciate dalla Commissione Regionale Antimafia, siamo fermamente convinti che non è ancora abbastanza ciò che si fa per contrastarne gli effetti devastanti, causati non solo dalla drammatica pandemia degli ultimi due anni, ma anche da modelli culturali ancora troppo radicati nella nostra società. Le Agorà sono luoghi di confronto che servono anche a far emergere quanto sia importante che la politica sia vigile, che non deleghi soltanto alle associazioni, che svolgono già responsabilmente un ruolo importante, di presidio di legalità nei quartieri più disagiati, con iniziative e lavoro costante. Occorrono politiche del Welfare concrete, sensibili e che diano risposte alle famiglie più in difficoltà, per evitare che si infiltrino sempre più le mafie che, in queste occasioni, trovano nuove opportunità. La nostra Agorà ha avuto luogo presso il circolo socio-ricreativo “Il Risveglio”, in contrada Terrenove – Bambina di Marsala . Sono intervenuti, in presenza, Nicola Oddati, Responsabile Nazionale Pd delle Agorà, Cleo Li Calzi Responsabile Dipartimento PNRR Pd Sicilia, Daniele Vella Responsabile Regionale Pd delle Agorà. Da remoto Elly Schlein, Vice Presidente della Regione Emilia Romagna e Assessora al contrasto alle Diseguaglianze e il Vice segretario Renzo Bufalino in rappresentanza del segretario Anthony Barbagallo.

In presenza e da remoto, è stata numerosa la partecipazione di amministratori locali, di rappresentanti sindacali, di rappresentanti delle forze politiche progressiste, di associazioni di categoria e di una nutrita presenza di simpatizzanti dell’area progressista.

Tutti gli interventi meriterebbero una menzione a parte.

L’intervento di Elly Schlein ha fatto da apertura a questa importante iniziativa. Di lei vogliamo ricordare che fa anche parte del gruppo del coordinamento delle Agorà, scelto dal segretario Letta e dalla sua segreteria, insieme a Riccardi, fondatore della comunità di S. Egidio, a Cottarelli e ad altre importanti personalità della cultura e dell’impegno sociale e civile. Sin dall’inizio della sua attività politica, Elly Schlein, si è interessata di diritti e di contrasto alle diseguaglianze, proponendo, in Emilia Romagna, importanti azioni di contrasto alla povertà. Dall’inizio del suo intervento ha affermato che “le Agorà democratiche sono un importante spazio di partecipazione, aperto a chi fa parte del PD e a tutto il campo progressista”.

Questo è stato l’appello che un mese fa è stato lanciato e subito raccolto con entusiasmo da tutte e da tutti i partecipanti all’incontro, il primo di tanti altri, di cui si avverte urgente bisogno. Abbiamo scelto non a caso nel titolo dell ’agorà il verbo “Ripartiamo” da Marsala, ovvero da una città che di tutto avrebbe avuto bisogno tranne che di essere guidata da un centro destra che manifesta una grave incapacità di governare e di porre attenzione sulle gravi diseguaglianze, trovare le soluzioni adeguate per superarle; durante il dibattito è emersa l’esigenza della presenza di un partito forte di opposizione, sensibile ai bisogni dei cittadini, che si candida al governo del Paese e delle città, che sappia trovare, anche attraverso il confronto nelle Agorà, soluzioni utili alla comunità. Questa è una priorità!

In molti hanno parlato dell’importanza di discutere di proposte concrete sui vari temi, come quello sulla sanità, sul Welfare, sull’ambiente, sul lavoro, sul salario minimo, sul tema della sicurezza del lavoro, oggi più attuale e drammatico che mai. A questo servono le Agorà, uno strumento necessario per la base, per gli elettori, per i giovani spesso dimenticati dai gruppi dirigenti, proprio loro che chiedono ascolto e attenzione verso i problemi legati alla scuola, all’occupazione e all’ambiente. Le parole della Schlein ci hanno lasciato speranza e ottimismo per un futuro diverso, per una politica fondata su precisi irrinunciabili valori condivisi. Un intervento che fa da pungolo ad una vasta platea di persone sfiduciate dalla politica che non aggrega, che emargina e allontana dall’attivismo politico.

Molto forti anche le parole di Nicola Oddati, già segretario della federazione dei DS, Assessore e vice sindaco di Napoli, il quale ha affermato che “Le Agorà sono uno strumento formidabile, più che un incontro dei vertici di partito, uno strumento che ci apre a un grande dialogo e ci fa parlare con tante persone per ripensare alla politica come vero motore di tutti, per un cambiamento profondo della società. La possibilità di dare voce anche a giovani simpatizzanti, liberi di organizzare Agorà, senza troppa burocrazia e imposizioni verticistiche”.

Anche Daniele Vella, che ci rappresenta a livello regionale, intervenendo nel dibattito, ci ha fornito alcuni elementi importanti per proseguire sulla strada della partecipazione attiva dei cittadini, in merito alle organizzazioni delle Agorà. Ha spiegato chiaramente come questo nuovo strumento è contemplato nella linea politica inaugurata dal partito nazionale guidato da Letta. E in questo senso possiamo dire che a Marsala e, per primi, nella provincia di Trapani, l’aver dato vita all’Agora democratica, è motivo di soddisfazione, di forza e di fiducia per affrontare altre emergenze come la guerra in Ucraina e le ripercussioni negative che prima o poi si faranno sentire in Europa e in particolar modo sul nostro Paese sul piano energetico, economico e sociale.

Di fronte a una situazione molto delicata e complessa, occorre il massimo impegno da parte di tutti gli amministratori. Fra questi il principale è quello di saper progettare bene e con consapevolezza piani adeguati che corrispondano alle emergenze dei cittadini e dei territori. Lo ha detto chiaramente, indicando i vari strumenti da impiegare, Cleo Li Calzi quando ha parlato del PNRR, su cui si tornerà a discutere in modo specifico e puntuale, e con dati alla mano, coinvolgendo le varie competenze nei vari settori socio-politici ed economici in una prossima Agorà che il Circolo PD online ha già in calendario. La sua competenza e chiarezza è stata di grande supporto per tutti i partecipanti.

In conclusione siamo ancora più convinti che le Agorà sono un importante strumento politico di partecipazione a disposizione degli iscritti e dei simpatizzanti attraverso il quale le idee e le proposte della base possono raggiungere il vertice attivando quel processo decisionale che non sempre è stato virtuoso. Ciò è tanto necessario per fare in modo che i partiti tornino a svolgere il compito che la Costituzione ha affidato “il luogo dove i cittadini concorrono con metodo democratico a determinare la Politica nazionale”, e non siano più solo comitati elettorali aperti per le competizioni del momento.

Durante il dibattito, in conclusione, in molti hanno chiesto che il PD di Marsala, di Trapani e della Sicilia sia vigile che sia forte l’impegno, affinché il divario Nord Sud non si rimarchi ancor di più. Per capire che la strada per colmare questo terribile Gap è lunga e tortuosa, basti pensare al numero degli asili nido nella regione Sicilia, fortemente basso rispetto al resto del Paese e nel rapporto asili per abitanti, i posti sono solo un terzo della media nazionale. In Sicilia sono stati presentati progetti per il PNRR inferiori al budget a

disposizione. Questo per fare un solo esempio ma ce ne sono altri che dovrebbero spingerci a pensare a molte Agorà anche da noi, per poterne discutere, e noi a Marsala abbiamo iniziato a farlo con una punta di orgoglio e con grande desiderio di continuare a lavorare in questa direzione, tutte e tutti insieme.

Per il circolo PD online Nilde Iotti

la coordinatrice Linda Licari