11 maggio a Marsala: la rievocazione dello storico sbarco

43

Una mattinata molto partecipata dalle scolaresche di ogni ordine e grado, quella vissuta stamani a Marsala nella ricorrenza dello storico Sbarco dei Mille. Gli studenti e le Autorità istituzionali intervenute nell’area portuale hanno apprezzato le iniziative che hanno preceduto la rievocazione risorgimentale, curate dalla Guardia Costiera e dall’82° C.S.A.R. dell’Aeronautica Militare. La prima, che ha coordinato la logistica nel Porto, ha allestito uno spazio espositivo per promuovere l’attività svolta dalla Capitaneria agli ordini del T.V. Francesca Reccia. L’Aeronautica, in un altro stand, ha mostrato al pubblico gli equipaggiamenti, spiegando compiti e funzioni del reparto agli ordini del T. Col. Angelo Mosca, quali la ricerca e il soccorso a terra e in acqua di equipaggi di volo dispersi o in difficoltà, nonché il soccorso alla popolazione civile e la lotta agli incendi boschivi. La stessa A.M., poi, ha effettuato il Passaggio della Bandiera Italiana con l’elicottero HH139 dell’82° Centro Combat Search and Rescue (CSAR) del 15° Stormo, sulle note dell’Inno Nazionale. Successivamente, lo stesso elicottero è stato protagonista della dimostrazione in volo di un soccorso in mare: un momento emozionante, sottolineato da un lungo applauso. A seguire, la rievocazione dello storico sbarco con due imbarcazioni messe a disposizione da Antonino Parrinello e Mario Marino. Nel segno dell’Unità d’Italia e per la Pace nel Mondo, studenti delle Scuole marsalesi e Rappresentanti istituzionali sono approdati con il Tricolore e tante altre bandiere – a cominciare da quelle dell’Ucraina e della Russia – che poi sono state portate in corteo fino a Piazza della Repubblica. Qui l’intervento del sindaco Massimo Grillo: “L’11 Maggio celebriamo non solo lo Sbarco dei Mille e l’Unità d’Italia ma anche i valori di Pace e Fraternità che la nostra Costituzione promuove e sostiene. A maggior ragione oggi, per quanto sta avvenendo in Ucraina e per quanto avvenne nella stessa giornata del 1943, con un bombardamento che causò oltre mille vittime tra i nostri concittadini. E nel ricordare i significati di questa importante data per noi marsalesi, voglio anche sottolineare l’emozione nel vedere i nostri ragazzi entusiasti nel salutare il passaggio della bandiera italiana e quella della pace. Una pace che dobbiamo coltivare giorno per giorno, a partire da noi stessi e dalla nostra bellissima città”. Al termine, la consegna delle targhe istituzionali alla comandante della Guardia Costiera Reccia e al comandante dell’82° C.S.A.R. Mosca, i cui interventi hanno chiuso la mattinata delle “Celebrazioni Garibaldine” a Marsala.

Intanto, questo pomeriggio, la giornata dell’11 Maggio continua la deposizione di una Corona d’Alloro a Villa Del Rosario (ore 16) per commemorare i caduti del ’43; a seguire, nelle storiche “Cantine Florio” (ore 17:00) verrà presentato il nuovo “Itinerario Garibaldino” nonché l’illustrazione del progetto di riqualificazione Waterfront che si svilupperà sul lungomare.