Controlli a tappeto

7150

Pasqua e Pasquetta quest’anno si passano a casa. Senza se e senza ma. E per far rispettare i divieti imposti dal governo per contrastare la diffusione del coronavirus la Questura di Trapani ha disposto, per le giornate di oggi e domani, dei controlli a tappeto su tutto il territorio, coinvolgendo, oltre la Polizia, anche i Carabinieri e la Guardia di Finanza. Stamattina infatti nel centro urbano della città, come nel resto dell’hinterland c’erano diversi posti di blocco. E con tutti i supermercati chiusi i motivi degli spostamenti per necessità previsti nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri si sono ridotti ulteriormente. Ed infatti stamattina in giro per Trapani non c’era praticamente nessuno. Nessun pedone e pochissime, ma davvero pochissime auto. La città, in questa quinta domenica di isolamento, è apparsa ancora più deserta rispetto alle settimane passate, con le strade vuote ed un quadro desolante, considerata anche la giornata di festa e le temperature pressocchè estive. Ma in questo anomalo ponte pasquale non si potrà fare nessuna gira fuori porta, né tanto meno pic-nic nelle aree demaniale o grigliate in riva al mare. Bisognerà restare a casa. E domani, per la Pasquetta, i controlli a tappeto continueranno, proprio con l’obiettivo di evitare a qualche “furbetto” di arginare i divieti per il coronavirus. Per le strade ci sarà una task force di poliziotti, carabinieri, finanzieri e agenti della Polizia municipale per fare rispettare le disposizioni del decreto “resto a casa”. Senza se e senza ma.