Verso l’ampliamento dell’ospedale Sant’Antonio

496

Ieri, su convocazione del Sindaco Tranchida, si è tenuta al conferenza dei Sindaci della Provincia di Trapani alla presenza del Commissario dell’Asp. All’ordine del giorno la situazione inerente la diffusione del Covid nel trapanese, che desta preoccupazione. Circa 9000 gli attuali contagiati e 65 i ricoverati – nessuno però in terapia intensiva – e qualche nuovo decesso comportano la necessità di mantenere distanziamento e mascherine visto l’attuale picco di contagi, seppur mitigato dai vaccini. Trattati anche altri argomenti, quali ad esempio il documento proposto dal sindaco Tranchida per richiedere all’Università di Palermo di potenziare i corsi in campo sanitario presso il Polo di Trapani, anche a supporto della locale rete ospedaliera, votato all’unanimità dei presenti. Fondamentali, a detta dei sindaci, saranno gli investimenti sull’alta formazione sanitaria negli anni futuri.Altro documento votato all’unanimità è stato quello inerente l’intesa raggiunta con la sindaca di Erice Toscano in merito alla cessione della strada pubblica che ad oggi separa i locali del seminario vescovile dall’ospedale Sant’Antonio, che consentirebbe l’ampliamento di quest’ultimo anche in termini di servizi e spazi e, previa intesa con la Diocesi, l’utilizzo di un rilevante edificio che fa parte del complesso del seminario. In questa direzione, la conferenza dei sindaci ha dato mandato alla governance dell’Asp di accelerare verso l’intesa con la Diocesi di Trapani che, in maniera informale in seguito ad alcuni incontri con i sindaci di Trapani ed Erice, si è mostrata disponibile.