Dichiarazione del sindaco Grillo sul caro bollette

41

Lo scorso 27 settembre il Governo ha stanziato un fondo da destinare ai Comuni per il ristoro delle minori entrate derivanti dalla riduzione di alcune tasse comunali. Al Comune di Marsala è stata assegnata una quota pari a 562.048 Euro e non 5 milioni come riportato da una nota politica diffusa dalla stampa locale. Una cifra del tutto insufficiente rispetto agli aiuti necessari alle casse comunali per far fronte al rincaro delle bollette energetiche che si prevede possa essere superiore ai 3 milioni di euro.

“Come sindaco mi unisco all’appello dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani – dice il sindaco on. Massimo Grillo – affinché si studino insieme soluzioni per evitare che i comuni, anche i più virtuosi come quello nostro, si trovino costretti a chiudere il proprio bilancio in disavanzo. Naturalmente, in attesa di segnali da parte del governo nazionale, insieme agli uffici stiamo studiando soluzioni per affrontare al meglio questa nuova emergenza”

Su sollecitazione del Sindaco il Segretario Generale dott. Andrea Giacalone ha indetto una conferenza di servizi con i dirigenti di tutti i settori per avviare misure per contenere i costi derivanti dal rincaro dell’energia elettrica. In tal senso sono state trasmesse ai dirigenti le indicazioni fornite dal Dipartimento della Funzione Pubblica e una guida dell’Enea contenente azioni mirate ad un buon risparmio dell’energia all’interno dei pubblici uffici. I dirigenti nomineranno un responsabile addetto al controllo del rispetto delle regole dettate dall’Enea e dal Dipartimento Funzione Pubblica.

Sono state inoltre date disposizioni al settore che si occupa dell’illuminazione pubblica affinché vengano monitorate quotidianamente gli impianti cittadini per razionalizzare i consumi ed evitare che ci possa essere dispendio di risorse a causa, per esempio, di impianti accesi anche durante ore diurne.

Ritardi o inadempienze nel rispetto di queste direttive saranno oggetto di apposita istruttoria per verificare eventuali responsabilità.

“Non appena si insediera’ il nuovo Governo, da sindaco e consigliere dell’Anci unitamente ad altri rappresentanti- chiude il Sindaco Massimo Grillo – tenendo conto anche delle richieste che mi arrivano da associazioni di categoria, sindacati e dai consiglieri comunali, ci recheremo a Roma a portare a livello nazionale le istanze del territorio e trovare insieme soluzioni per aiutare le famiglie, le attività commerciali e le aziende messe in crisi dal caro bollette”.