Marsala sede del Concours Mondial de Bruxelles

84

Dal 20 al 23 settembre 2022 Marsala sarà la capitale dei vini liquorosi grazie al Concours Mondial de Bruxelles uno dei più importanti eventi dedicati alle produzioni enologiche internazionali. La nostra città, infatti, ospiterà la sessione dedicata ai Vini Dolci & Liquorosi.

A comunicarlo è il Sindaco di Marsala, Massimo Grillo, presente al Vinitaly dove si è incontrato, oltre che con diversi produttori del nostro territorio, anche con il Presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci e con l’Assessore Toni Scilla.

“Ringrazio i vertici regionali per avere scelto la nostra città come sede di questa importante manifestazione enologica internazionale – precisa il primo cittadino. Si tratta di uno degli eventi di riferimento per i professionisti e consumatori di tutto il mondo. A Marsala si terrà la sessione dedicata ai vini dolci e fortificati, ma non sarà solo un focus, sarà un vero e proprio happening per visitare i luoghi di produzione dei nostri amati vini”.

Il Concours Mondial de Bruxelles è un concorso internazionale durante il quale oltre 10.000 vini presentati da produttori sono degustati e valutati da una giuria di professionisti. I degustatori esaminano i vini in concorso con un solo obiettivo: individuare vini di ineccepibile qualità, indipendentemente dall’etichetta e dal prestigio della denominazione. La selezione, che è una delle migliori del settore a livello internazionale, si articola in 4 sessioni distinte per esaminare in maniera ancor più professionale ogni tipologia di vino. Le valutazioni sono affidate a esperti specializzati, selezionati per le loro elevate competenze e per la capacità di degustare qualsiasi tipo di vino, apprezzando le specificità di ognuno di essi.

La scelta della città lilibetana, come sede ospitante del Concours, è il frutto di un accordo siglato a Palermo tra l’Assessore regionale all’Agricoltura, Toni Scilla, e il Presidente del concorso, Baudouin Havaux.

Per ospitare la prima edizione della sessione di degustazione del Concours Mondial de Bruxelles dedicata esclusivamente ai vini dolci e fortificati, era importante trovare una regione ospite emblematica e rappresentativa dei valori associati a questa tipologia di vini.

Produzioni di tradizione, ad alto valore aggiunto, con caratteristiche che la Sicilia, soprattutto in alcune aree storiche della viticoltura nel marsalese, nelle isole minori come Pantelleria e l’Arcipelago delle Eolie, ma anche il Siracusano e a Noto, esprime ai massimi livelli.

Un patrimonio che ha nel mondo tante espressioni territoriali e varietali, accomunate da passione e legame con la terra, origini in un passato ancestrale, paesaggi unici, stretti legami con la gastronomia e un ricco patrimonio culturale.

L’obiettivo di questa sessione del concorso è di attirare l’attenzione dei media su questi vini specifici e più in particolare sulla ricchezza dei vini dolci e fortificati della Sicilia come il Marsala, il Passito di Pantelleria, la Malvasia delle Lipari, il Moscato di Noto, le DOC a base di Zibbibo, Malvasia ecc.