Trapani Calcio, amara penalizzazione

Un punto in meno in classifica per i granata. Il presidente Pino Pace e la consigliera Monica Pretti sono stati inibiti per 45 giorni. La società annuncia il ricorso.

682

di Federico Tarantino

Il Trapani riprenderà la corsa salvezza in serie B con un punto in meno. Il Tribunale Federale Nazionale ha sanzionato il club granata per la vicenda legata agli stipendi di gennaio e febbraio non pagati entro lo scorso 16 marzo.

Si complica la già difficile situazione del club granata, adesso a pari punti con il Cosenza a quota ventiquattro. Oltre alla penalizzazione, sono stati inibiti per 45 giorni il presidente granata Pino Pace e la consigliera d’amministrazione Monica Pretti.

Sono state dimezzate le richieste avanzate dal procuratore federale, che vedeva la proposta di penalizzazione di due punti e di 90 giorni di inibizione per Pino Pace e Monica Pretti, ma il peso del giudizio resta importante nell’ottica del campionato del Trapani, che deve rincorrere la salvezza. Oltre a registrare l’aggancio del Cosenza, i granata perdono ancora terreno dalla zona play-out, che adesso dista 6 punti, con la Cremonese ferma a quota 30, ma con una gara in meno da recuperare mercoledì contro Ascoli. Formazione bianconera anch’essa coinvolta nella parte bassa della classifica del campionato di serie B. Il Trapani dista infatti 8 punti dai marchigiani, che occupano l’ultima posizione utile per raggiungere la salvezza senza passare dai play-out.

Non c’è pace quindi per i tifosi del Trapani. Se un giorno vengono rassicurati per l’esito del Tribunale di Trapani che libera i conti correnti della società granata, il giorno successivo sono alle prese con la penalizzazione del proprio club. Il Trapani ha annunciato, con una nota stampa, di ricorrere alla Corte Federale d’Appello. Il club granata fa forza sulle difficoltà, anche economiche, dettate dall’emergenza Covid nel Paese in quei giorni. Fa specie, però, come i granata siano, per il momento, gli unici della serie B ad aver subito un punto di penalizzazione per tale ragione.

Rimane la speranza che in appello la sentenza possa essere ribaltata, magari con la sola ammenda pecuniaria. Ciò però non è semplice, considerando che si creerebbe un precedente storico non indifferente.

Una penalizzazione di un punto non facile da digerire. Il Trapani dovrà rincorrere nelle ultime dieci giornate, senza perdere alcun colpo per tentare di compiere l’impresa: conquistare la salvezza.