A Campobello il sindaco comunica che la Regione ha introdotto il codice identificativo “CIR” obbligatorio per le strutture ricettive

71

Il sindaco Giuseppe Castiglione rende noto che la Regione Sicilia, con il D.A. n. 1783 del 27/07/2022, ha introdotto il codice identificativo regionale “CIR”, un codice obbligatorio per tutte le strutture ricettive, alberghiere ed extra alberghiere  e per le locazioni brevi a fini turistici.

I gestori, titolari o legali rappresentanti di “strutture ricettive” e di “alloggi per uso turistico” operanti nel territorio comunale, dovranno, dunque, effettuare obbligatoriamente, mediante il sistema Turist@t, le comunicazioni previste dal decreto con l’obiettivo di garantire un’offerta turistica trasparente, contrastando forme irregolari di ospitalità.

Per quanto riguarda, in particolare, i titolari delle strutture ricettive già esistenti, bisognerà fare richiesta del codice attraverso l’apposita sezione della piattaforma, mentre quelle di nuova istituzione dovranno inviare a “Turist@t” la copia della Scia inviata al Comune e richiedere l’inserimento in anagrafica e il rilascio del codice. Per le “case vacanza” il procedimento è simile: sia quelle già esistenti sia le nuove dovranno registrarsi in “Turist@t”, chiedere l’inserimento in anagrafica e il rilascio del Cir.

Per i titolari viene introdotto anche l’obbligo di comunicare giornalmente, entro 24 ore, tramite il sistema di gestione dei flussi turistici “Turist@t”, i dati relativi agli arrivi e alle presenze, a fini statistici.

Bisogna adempiere a quanto disposto dal decreto assessoriale entro 30 giorni dal rilascio del Cir da parte della Regione. Chi non adempie rischia una sanzione da 500 a 5 mila euro.

È possibile consultare integralmente il decreto al seguente link: https://www.regione.sicilia.it/istituzioni/servizi-informativi/decreti-e-direttive/n-1783-27072022