Marsala, “Solstizio d’estate: Cunti e Canti alla scoperta della luce”, il 19 giugno si svela Santa Maria, la Misteriosa

132

Sarà l’isola di Santa Maria, quella meno nota, che tanto ha stimolato la curiosità e la fantasia di chi la ammira dalla terra ferma, ad accogliere il “Solstizio d’estate: Cunti e Canti alla scoperta della luce”. Il 19 giugno, con partenza dalle ore 16,30 alle 18,30 dall’imbarcadero “Gallo” (antistante l’isola) questa terra verde e profumata sarà location e protagonista di un evento che segna il trionfo della luce e costituisce una “porta d’ingresso” alla rassegna “a Scurata 2022” che prenderà il via il 22 luglio.
Evento organizzato dal Movimento artistico culturale Città di Marsala – MAC –  i “Cunti e Canti” narreranno di “isole scoperte e mai ritrovate, altre emerse dal mare e affondate, storie tra fantasia e realtà, che hanno stimolato i nostri sogni e poi Lei, l’isola di Santa Maria, La misteriosa”.
Lo spettacolo inizierà ancor prima di approdare sull’isola: all’imbarcadero Andrea Russo e Piero Pellegrino accoglieranno con musiche nuove ed antiche tutti gli intervenuti.
Alle ore 19, 00, nello spazio tra la storica villa e la pineta che finora tutti hanno ammirato dalla terra fermam, prenderà il via uno spettacolo che racconterà la struggente natura che si disvela in quest’isola che più di tutte le altre della riserva naturale dello Stagnone è MISTERIOSA, che si erge nel cuore della laguna e porta la sua femminile santità già nel nome: Santa Maria
Ad aprire l’evento sarà il concerto de “I MUSICANTI” di Gregorio Caimi dal titolo “Arvuli ammenzu u mari”, che per questa speciale location di arricchisce di due artisti: Irene Sciacca e Nino Errera. La giovane e talentuosa cantante sarà la voce delle sonorità world, colorando di freschezza le note e le parole che avranno come tema fondante i quattro elementi naturali, con un posto di rilievo per il nostro vento: lo scirocco che unisce l’Africa e la Sicilia e porta con sé storie, sogni e umori. Nino Errera, noto e versatile percussionista che ha calcato diversi palcoscenici internazionali, sarà il “battito” del cuore della laguna. “Suonerò diversi strumenti a percussione provenienti da più parti del Mediterraneo. Solitamente io suono mie composizioni, ma stavolta sono molto felice di interpretare i colori de I Musicanti, anche perché i loro colori sono anche i miei”. Una interpretazione nuova e arricchita da suoni di sabbia e mare, di sale e di tradizioni che sono altre rispetto alle nostre, ma che con le nostre si incontrano virtuosamente.
A chiudere il concerto sarà la Corale dell’associazione Carpe Diem diretta da Fabio Gandolfo con un omaggio speciale a Franco Battiato.
Immancabile lo spazio teatrale, l’evento sarà arricchito da due monologhi rispettivamente di Vito Scarpitta e di Giacomo Frazzitta.
“Parliamo di Sicilia – spiega Vito Scarpitta –. Partiremo parlando dei quattro elementi naturali: fuoco, aria, acqua e terra che sono il tema dell’intero evento e da questo svilupperemo il nostro spettacolo introducendo di volta in volta un elemento avendo sempre come punto focale la Sicilia”.
E poi sarà svelata “Santa Maria”. “La storia, incredibile, ma sconosciuta ai molti, sull’isola di Santa Maria e sull’origine del suo nome – afferma Giacomo Frazzitta – sarà il tema della mia narrazione in forma di cunto e consentirà a tutti di svelarne il mistero”.
A conclusione tutti gli artisti presenti canteranno insieme “Sicily” di Pino Daniele.
Ebbene l’evento che abbraccia il pomeriggio e giunge al tramonto costituisce un viaggio intimista ed emotivo alla scoperta dell’estate che verrà. Un tributo alla luce necessaria, specie in questo tempo oscuro e un’occasione di ricongiungere il presente ai mistici ed eterni temi della Rinascita e del mistero.
 “L’isola di Santa Maria – aggiunge il presidente del MAC Salvatore Sinatra – , al centro della laguna dello Stagnone, è non solo la splendida location dove si potrà assistere ai cunti e canti, domenica 19 giugno, ma è essa stessa protagonista di quei “cunti”. Uno spettacolo unico, dove il racconto che unisce la storia alla leggenda, svelerà ai marsalesi i misteri di una porzione del nostro territorio magica ed unica. Il tutto contornato da musiche che richiamano i profumi della nostra terra”.
L’evento prevede anche un light dinner con i vini delle Cantine Pellegrino, main sponsor della Rassegna “’a Scurata Memorial Enrico Russo”. Kemesse che prenderà il via il 22 luglio e che conta sul patrocinio del Comune di Marsala e dell’Assemblea regionale siciliana.
Biglietti presso la Salina Genna e “I Viaggi dello Stagnone”. Posto unico € 25,00 + dp compreso trasporto sull’isola.