Marsala inserita tra i Comuni colpiti da eventi calamitosi

42

La pronta attivazione del Centro Operativo comunale (COC) di Protezione civile, quasi in via permanente lo scorso mese di Novembre, ha consentito alla Amministrazione Grillo un costante monitoraggio del territorio nel periodo in cui Marsala ha subito le pesanti condizioni meteo avverse che, com’è noto, hanno interessato anche il versante occidentale della Sicilia. “È stato pertanto possibile avere un quotidiano aggiornamento dei danni, la cui quantificazione è stata stimata in oltre 500 mila euro, afferma il sindaco Massimo Grillo. Al Governo Regionale abbiamo quindi chiesto l’ufficiale riconoscimento dello stato di emergenza venutasi a creare a Marsala lo scorso mese. E la relazione della Protezione civile comunale è stata puntuale e circostanziata, tale da far decretare anche per la nostra città lo stato di calamità a seguito di quegli eventi meteorologici avversi. Ritengo altresì che, al di là dell’emergenza, è opportuno impegnare ulteriori somme per una periodica manutenzione ordinaria delle strade”. È stato il Comando della Polizia Municipale a coordinare le attività svolte dagli Uffici tecnici – manutenzione strade e servizi pubblici locali – le cui relazioni al COC hanno permesso una stima dei danni e, quindi, dei costi da sostenere per il ripristino dei luoghi. Ossia, il rifacimento delle arterie stradali danneggiate e la bonifica dei corsi d’acqua degradati. Emergenze evidenti e documentate, per un ammontare – dicevamo – di oltre mezzo milione di euro che sarà destinato al rifacimento del manto stradale dissestato dalla pioggia battente (circa 400 mila euro) e alla sistemazione dell’alveo del fiume Sossio (quasi 200 mila euro), su cui si sono riversati detriti e rifiuti, trascinati poi dalla stessa piena che ha impaludato i terreni circostanti.

Intanto, ieri – su convocazione del sindaco Massimo Grillo – si è tenuta una ulteriore riunione del Centro operativo comunale di Protezione civile per una ricognizione dei danni della scorsa settimana, provocati da violente piogge e forti raffiche di vento. In più, nel corso dell’incontro si è fatto il punto sui siti sensibili (fiumi Sossio, Birgi e Lungomare Boeo) sotto costante osservazione, valutando altresì le iniziative più opportune per scongiurare ulteriori situazioni di pericolo per la pubblica incolumità. Si è anche stabilito di avanzare specifica richiesta alla Regione Siciliana circa l’utilizzo di una precedente graduatoria per l’assunzione di personale specializzato da destinare all’attività di protezione civile nel Comune di Marsala. Infine, si chiederà al Libero Consorzio di intervenire sulle Provinciali SP 21 e 84 (quest’ultima in corrispondenza alla foce del Sossio); mentre analoga richiesta sarà rivolta all’Anas per i tratti di rete stradale danneggiata dal maltempo.