domenica, Luglio 14, 2024
29.1 C
Trapani
HomeCronacaL’incendio di Casa Santa, paura e polemiche

L’incendio di Casa Santa, paura e polemiche

Dopo il vasto incendio di sterpaglie che ha minacciato di aggredire le abitazioni, i residenti della via Clemente e delle strade adiacenti, nel territorio di Erice Casa Santa, possono tirare un sospiro di sollievo. Le loro case, invase dal fumo, e lambite dal fuoco sono salve. La paura, però, ieri mattina è stata tanta. Il rogo divampato in un appezzamento di terreno incolto, spinto dal vento, si è subito propagato divorando tutto quello che si trovava lungo la sua traiettoria, raggiungendo anche la strada che conduce a Valderice. Scattato l’allarme sono intervenuti i vigili del fuoco, supportati dagli uomini della forestale e della protezione civile. I soccorritori, però, hanno avuto enorme difficoltà a raggiungere le zone attraversate dal fuoco. In particolare la via San Barnaba dove blocchi di marmo presenti sulla strada, secondo le testimonianze degli abitanti, hanno impedito l’accesso dei mezzi, ritardando, pertanto, le operazioni di spegnimento. La via San Barnaba, peraltro, è l’unica via di accesso al quartiere di San Giovannello Sottano. In più di una circostanza i residenti, anche attraverso petizioni, hanno chiesto l’intervento del Comune per bonificare la strada diventata anche ricettacolo di spazzatura. Nessuno – la denuncia – però finora ha provveduto a rimboccarsi le maniche e liberare, soprattutto, la carreggiata da quei blocchi di marmo che impediscono il passaggio dei mezzi di soccorso. Ieri è andata bene. La strada, però, deve essere messa in sicurezza a tutela delle case e degli abitanti che, peraltro, non sanno ancora se è una via privata o pubblica. Poco importa, però, quando c’è di mezzo l’incolumità fisica di chi vi abita.

  • LO SPETTACOLO DELL’ALBA AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SELINUNTE - INVENZIONI A TRE VOCI

Altre notizie