I viticoltori marsalesi, in delegazione attraverso i loro rappresentanti di categoria, hanno incontrato il presidente della Regione, Nello Musumeci, per chiedere la definizione, e quindi la rapida erogazione, dei finanziamenti già ammessi e relativi alla gestione delle aziende ecosostenibili (bando PO-FESR misura 10.1b). In pratica si tratta di un sostegno alle imprese che riconvertendo i loro metodi di coltivazione hanno rinunciato all’uso dei fitofarmaci nel trattamento delle viti. Sono più di 3000 le aziende ammesse a finanziamento e il fabbisogno annuale per sostenerne l’attività è di 20 milioni di euro. La delegazione composta da Antonio Rallo, Michele De Maria, Damiano Indelicato, Pasquale Angileri e Vito Orto, in rappresentanza della FEDERAGRI , dei produttori vinicoli e dei periti agrari della provincia trapanese, è stata accompagnata dal deputato marsalese Stefano Pellegrino. Quest’ultimo ha posto in rilievo che il completamento del finanziamento consentirebbe a molte realtà agricole in crisi di rimanere in attività ed evitare la chiusura. I rappresentanti dei viticoltori hanno chiarito al Presidente Musumeci che le imprese agricole ammesse ai finanziamenti, benché da troppo tempo in attesa di finanziamento, rispettano ad oggi e comunque, gli impegni e le condizioni previste dal bando. Scelta aziendale che comporta notevoli spese e mancati guadagni per ottemperare alle regole della riduzione dell’uso dei fitofarmaci. Musumeci ha preso atto della situazione ed ha convocato un tavolo tecnico con la partecipazione dell’assessore alla agricoltura, On. Edy Bandiera, e del dirigente generale, dott. Dario Cartabellotta.