Home Attualità Le prime immagini del relitto della nave oneraria di Marausa

Le prime immagini del relitto della nave oneraria di Marausa

Ritrovata nel mare di Marausa il relitto di una nave oneraria, ovvero addetta ai trasporti commerciali. La Soprintendenza del Mare ha già fatto un primo sopralluogo documentando il relitto della nave. Il gruppo di intervento è stato coordinato dal responsabile del gruppo subacqueo della Soprintendenza del mare Stefano Vinciguerra e da alcuni esperti collaboratori che sono stati assistiti da una unità della Capitaneria di Porto di Trapani. Il ritrovamento è avvenuto grazie alla segnalazione di un relitto con anfore da parte di Francesco Brascia, che durante una immersione ha fatto questa scoperta.

L’immersione  si è svolta a circa 60 metri dalla costa, dove è risultata subito visibile una porzione di circa dieci metri di un relitto sostenuto da un costone di sabbia, posizionato parallelamente alla costa. Proprio tra la sabbia sono stati individuati innumerevoli frammenti  di anfore. La Soprintendenza del mare ha già prelevato tre reperti per le necessarie indagini diagnostiche: di questi uno presenta sull’orlo un’iscrizione, l’altro sotto il collo porta incise due lettere A e F e il terzo è una porzione di anfora contrassegnata da un’incisione che ricorda una torre. Il gruppo operativo ha effettuato la geolocalizzazione con il sistema GPS e realizzato la necessaria documentazione video-fotografica. È stata già segnalata alla Capitaneria di Porto la necessità di interdire l’area che verrà delimitata dalla Soprintendenza del mare a seguito di ulteriori indagini, al fine di mettere un vincolo.

Si tratta dunque di una importantissima scoperta che conferma Marausa un’area interessante per l’archeologia subacquea”. I reperti prelevati dalla nave di Marausa, orli di anfora africana, sono attestabili alla tarda età imperiale. A questo punto, come fatto sapere dalla Soprintendente del Mare Valeria Li Vigni, proseguiranno le ricerche del relitto di cui si vede parte del fasciame e alcune ordinate, oltre numerosi frammenti di anfora. Le anfore, ha ricordato la Li Vigny, venivano utilizzate per il trasporto di derrate alimentari; ciò confermerebbe la presenza di un emporium, come aveva già ipotizzato Sebastiano Tusa al momento della scoperta del primo relitto di Marausa, recuperato a 500 metri di distanza ed oggi esposto al Baglio Anselmi di Marsala”.

Sul ritrovamento è intervenuto anche l’assessore ai beni culturali Alberto Samonà, che ha evidenziato come Marausa si confermi un’importante luogo di approdo, assicurando l’impegno dell’assessorato per approfondire le indagini su uno specchio d’acqua che ha già restituito una delle più interessanti navi onerarie romane di età tardo antica.  Questo secondo rinvenimento rafforza dunque la teoria dell’esistenza nell’area di un emporium. A riguardo l’assessore Samonà si è detto certo che le indagini che la Soprintendenza del mare avvierà confermeranno questa ipotesi che, rafforzata da questo secondo rinvenimento, stimola a proseguire  nell’attività di ricerca, tutela e valorizzazione del patrimonio sommerso. 

GUARDA IL SERVIZIO CON LE IMMAGINI DEL RITROVAMENTO DELLA NAVE FORNITE DALLA SOPRINTENDENZA DEL MARE




Ultime notizie in diretta

Lavori in corso alla Torre di Nubia

di Mario Torrente Sono entrati nel...

Nasce “Trapani Classica”

È stata costituita l'Associazione Musicale e Culturale "Trapani Classica"...

La Pallacanestro Trapani ritrova il successo

2B Control Trapani vs Urania Milano 90-81 Parziali: (24-16; 50-38; 67-61;...

Concluse le esercitazioni dei Vigili del Fuoco in Sicilia.

Ad iniziare da martedì scorso, sono stati 4 giorni intensi nei quali ogni...

Trapani-San Luca 2-0: i granata ritrovano la vittoria

Trapani (4-3-3): Recchia; Buffa, Maltese, Pagliarulo, Galfano; Lupo (89' Munoz), Olivera, Santarpia (68'...

Università. I sindaci di Trapani ed Erice incontrano il presidente del Polo Universitario

I sindaci di Trapani e di Erice, Giacomo Tranchida e Daniela Toscano, hanno...

Trapani. Domani l’inaugurazione del rinnovato mercato del pesce

Domani mattina, con inizio alle ore 10, il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida,...

Immigrazione clandestina: tre cittadini tunisini arrestati dalla Polizia

Tre gli arresti eseguiti negli ultimi giorni dalla Polizia di Stato di Trapani,...

Le tre domande della domenica a: Dottor Massimo Antonio Di Martino

Risponde l'ex capo Dipartimento Emergenza-Urgenza ASP Trapani ed ex direttore del Pronto soccorso...

Altre Notizie di Oggi

Immigrazione clandestina: tre cittadini tunisini arrestati dalla Polizia

Tre gli arresti eseguiti negli ultimi giorni dalla Polizia di Stato di Trapani, nell’ambito della lotta all’immigrazione clandestina. I...

Maltrattamenti ai genitori. Un arresto a Paceco e un allontanamento a Valderice

Un giovane di ventiquattro anni è stato arrestato a Valderice con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. I Carabinieri sono intervenuti in seguito...

Gibellina. Arrestato dai carabinieri un 34enne che deve scontare la condanna per mafia

Dopo il 79enne Ugo Di Leonardo arrestato ieri dai carabinieri, un altro pregiudicato coinvolto nella operazione Ermes della Polizia, che portò in...

Falsi green pass. Truffa sventata dalla GdF, perquisizioni in Sicilia

Perquisizioni e accertamenti anche in Sicilia nell’ambito della innovativa indagine dei Finanzieri del Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche per contrastare...

Mazara del Vallo. Operazione antidroga della Polizia. Sequestrati 55 chili di hashish

Ieri la Polizia ha concluso una complessa attività investigativa che ha portato all’arresto per reati legati alla droga, in flagranza e su...

Santa Ninfa. Torna in carcere fiancheggiatore di Messina Denaro

Il provvedimento di custodia è stato eseguito dai Carabinieri della Stazione di Santa Ninfa. In manette è finito Ugo Di Leonardo, 79...
Trapani
cielo coperto
9.1 ° C
9.1 °
9.1 °
77 %
10.9kmh
95 %
Lun
10 °
Mar
13 °
Mer
14 °
Gio
16 °
Ven
12 °