Dal Città di Trapani alla Fiorentina

Inizia la nuova avventura fra i Gigliati Saul Rega.

1176


Saul Rega, nato a Maddaloni, vicino Napoli, ma cresciuto calcisticamente, e non solo, a Trapani passa ai Gigliati. Ancora una volta il Presidente dell’Asd Città di Trapani calcio, Salvatore Tarantino, mette in mostra l’ottimo lavoro svolto nell’anno appena trascorso piazzando un grosso colpo di mercato giovanile: Saul Rega, attaccante classe 2008, è adesso della ACF Fiorentina.

“Diverse Società professionistiche si erano fatte avanti nel corso dell’anno per visionare il nostro giovane granata”, afferma il presidente Salvatore Tarantino, “ma ad onor del vero a Giovanni Pisano, scouting per la Sicilia della società gigliata, amico del nostro Direttore sportivo Enzo Campanella, è bastato vederlo una sola volta per intuire le doti di Saul e comunicarle a Maurizio Niccolini Responsabile Scouting del settore giovanile viola e al Responsabile del Settore Giovanile Valentino Angeloni ed avanzare così la richiesta ufficiale che si sarebbe concretizzata a fine stagione”.

L’hastag #cresciamocampioni che il Città di Trapani pone nei suoi post sui social media è ancora una volta qualcosa in più di un semplice slogan di cui si adorna l’Asd Città di Trapani calcio prima Scuola Calcio d’Élite in provincia di Trapani, rappresenta infatti l’opportunità che è riuscita a dare negli ultimi anni ai ragazzi di poter realizzare il proprio sogno. Oggi tocca a Saul Rega che è stato quest’anno per gli Under 14 di Mister Gero Campanella – ma anche e soprattutto per gli Under 15 di Mister Enzo Campanella – un punto di riferimento per i propri compagni con diversi gol nel proprio carniere e tanti assist. Mister Gero Campanella che lo ha avuto tra le sue fila, invece, ha dichiarato: “ragazzo umile e con tanta fame, spero che riesca a raggiungere il suo sogno che è anche quello di tutti noi che lavoriamo per tutti quei ragazzi che non smettono mai di crederci. Un grande in bocca al lupo per il suo futuro”.

Papà Gianni, che segue Saul da sempre, distribuisce parole di elogio al figlio ed al Città di Trapani per le emozioni che gli hanno regalato e augura a Saul di andare avanti nel suo percorso di crescita senza perdere mai quella “fame” che lo contraddistingue in campo. Il ragazzo, dal canto suo ha ringraziato la Società e i Mister per le opportunità che gli hanno dato perché senza loro sicuramente non sarebbe riuscito ad essere quello che oggi è. “Sono stati tre anni fantastici – ha dichiarato Saul – pieni di emozione e sacrifici che resteranno sempre nel mio cuore”.