martedì, Luglio 23, 2024
28.1 C
Trapani
HomeAttualitàErice, continua la polemica per l'incrocio di Via Manzoni

Erice, continua la polemica per l’incrocio di Via Manzoni

di Valeria Marrone

L’incrocio tra via Manzoni e via Convento San Francesco di Paola è un nodo cruciale e pericoloso per il traffico cittadino, che richiede un intervento immediato da parte delle autorità locali. E’ questa la denuncia del consigliere di opposizione Michele Cavarretta che, da anni, sollecita un’azione concreta per risolvere questo problema, sebbene le sue richieste sono rimaste inascoltate
«Nel tempo – ha dichiarato Cavarretta, capogruppo del gruppo misto – ho presentato interrogazioni per chiedere all’Amministrazione di sistemare questo incrocio davvero pericoloso, ma non ho mai ricevuto risposte adeguate. Evidenze, queste, di un’Amministrazione incapace di individuare le priorità e le urgenze su cui intervenire, dedita più a finanziare continuamente sagre che a reperire somme per risolvere i problemi insistenti sul territorio».
Rimane inascoltata anche la preoccupazione dei residenti che, più volte, hanno chiesto misure di sicurezza per questo tratto di strada. «È necessario ricordare a gran voce – continua Cavarretta – che la via Manzoni è utilizzata anche come arteria principale per raggiungere l’Ospedale Sant’Antonio Abate, sempre carica di traffico soprattutto nell’ora di punta, momento in cui gli automobilisti saltano le code scendendo dalla via Manzoni passando dal centro dell’incrocio per arrivare poi alla via San Francesco di Paola. Creando quindi pericolosi sorpassi».
La sicurezza stradale a Casa Santa non può più essere trascurata. L’incrocio tra via Manzoni e via Convento San Francesco di Paola necessita di una soluzione immediata per proteggere i residenti e migliorare la viabilità. Non si è fatta attendere la risposta della sindaca, Daniela Toscano, che in un comunicato dichiara: “Quest’Amministrazione sta valutando due possibili alternative al fine di migliorare le condizioni di viabilità e di sicurezza. In primo luogo, la creazione di una piccola rotatoria della quale esiste già uno studio di fattibilità. In subordine, l’installazione di un nuovo impianto semaforico di nuova generazione, dal momento che l’attuale risulta obsoleto e le cui componenti non sono più facilmente acquistabili, se non a prezzi elevatissimi”.

  • LO SPETTACOLO DELL’ALBA AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SELINUNTE - INVENZIONI A TRE VOCI

Altre notizie