Airgest: rinvio a giudizio per gli amministratori

Così ha deciso il GUP questa mattina.

831


Si è tenuta questa mattina l’udienza conclusiva dinanzi al GUP di Trapani Caterina Brignone contro amministratori e sindaci dell’Airgest, società di gestione dell’aeroporto di Birgi. Secondo l’accusa, rappresentata dal PM Rossana Penna, gli indagati avrebbero utilizzato delle tecniche di bilancio tali da rendere false comunicazioni sociali relativamente alla capitalizzazione dei costi di marketing, relativi agli accordi con l’AMS, società di gestione per la pubblicità Ryanair, ed inoltre avrebbero ritardato a versare all’erario entro i termini prescritti per legge i diritti d’imbarco riscossi dai vettori. Tesi sempre respinte dai vari amministratori che hanno sostenuto in sede processuale, ma anche pubblicamente, l’assoluta correttezza del proprio operato, sottolineando, che mai un euro, cosa neanche ritenuta dall’accusa fra l’altro.., è stato oggetto di appropriazione personale ma finalizzato esclusivamente alla continuità aziendale dello scalo. Il procedimento nasce da esposti denuncia presentati dai deputati regionali di 5 stelle Valentina Palmeri e Sergio Tancredi e dal senatore Maurizio Santangelo. La Giudice per le udienze preliminari ha così rinviato a giudizio tutti gli indagati fissando la data dell’udienza al 16 ottobre. I reati ascritti dalla Procura sono peculato e falso in bilancio. Per quest’ultimo, tuttavia, gli anni che vanno dal 2011 a 2013 sono stai dichiarati inammissibili dalla Brignona per avvenuta prescrizione.