“Parliamone di mafia 2.0”

106

Trapani per il futuro – in collaborazione con l’associazione Antiracket e Antiusura Trapani, Sportello di solidarietà per le vittime di estorsione ed usura e con il patrocinio del Comune Città di Trapani, ha promosso l’incontro “Parliamone di Mafia 2.0: Trapani e Cosa Nostra, come la mafia si evolve, modifica il territorio e avvelena l’economia”. L’iniziativa si terrà domani, giovedì 18 Agosto, alle ore 20:30 alla Casina delle Palme.

Durante l’incontro, i soci di Trapani per il futuro e i nostri ospiti si confronteranno in una tavola rotonda, con una cornice teatrale.
“Discuteremo della mafia oggi – si legge in un comunicato di Trapani per il futuro – di come concretamente si è evoluta ed è cambiata da quella che siamo abituati a conoscere dagli anni 80, dei modi in cui ad oggi agisce e controlla il nostro territorio in modo diretto e indiretto, di quella società sommersa in cui, nel trapanese, si incontrano politica, economia e mafia. L’obiettivo di questa seconda edizione di “Parliamone di mafia” è quello di coinvolgere la comunità Trapanese – continua la nota – creando consapevolezza oggettiva e togliendo alla narrazione antimafia quella patina di leggenda e banalità. Al centro del dibattito sociale ci sarà quindi la realtà mafiosa del trapanese per quello che è, e la concreta necessità di una reazione sociale più viva, di una comunità più coinvolta e vigile che si rifiuti di non discutere di questi temi o di farlo solo a bassa voce e proiettati nel passato. D’altronde – hanno concluso da Trapani per il futuro – per citare Paolo Borsellino: “Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene. La lotta alla mafia dev’essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità.”